08182018Sab
Last updateVen, 17 Ago 2018 5pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners

Bergamo mette la Poderosa nel Sacco e si porta via due punti salvezza

podeko

Bergamo ha giocato meglio, ha condotto dall’inizio alla fine, mentre la Poderosa non è riuscita a ingranare mai la terza, vivendo delle folate di Amoroso nel terzo periodo, stimolato da super Hollis, e di qualche lampo degli americani.

PORTO SAN GIORGIO – Fotografia di un mach nato male e finito peggio (79-85): Amoroso sbaglia da tre punti, Sergio segna da tre. In un attimo i gialloblù finiscono a -8 quando mancano poco più di due minuti. È la fotografia perché il tiro di Amoroso (leggi il commento del capitano) è l’ennesimo tentativo del capitano di concludere un’azione confusa, mentre la tripla di Sergio è costruita, con l’ala che ha piedi ben fermi e riceve il pallone nelle mani.

Bergamo ha giocato meglio, ha condotto dall’inizio alla fine, mentre la Poderosa non è riuscita a ingranare mai la terza, vivendo delle folate di Amoroso nel terzo periodo, stimolato da super Hollis, e di qualche lampo degli americani. Per il resto, sempre un passo indietro di fronte agli avversari che hanno punito puntualmente le disattenzioni difensive. Giancarlo Sacco, il coach pesarese chiamato per provare la missione più difficile, ha messo un tassello importante nelal corsa salvezza, visto il ko di Orzinuovi e Roseto. Una condotta impeccabile che ha guidato stando seduto 38 minuti su 40, lasciando al vice il compito di spronare i giocatori “così mi posso concentrare sulle chiavi del match”.

Ceccarelli ha accorciato le rotazioni, dando fiducia dalla panchina in particolar modo a Gueye, ma la strategia non ha pagato. Perché la mano ghiacciata dei suoi titolari ha stoppato ogni sogno di gloria. In palio c’erano per la Poderosa Xl Extralight due punti chiave nella corsa play off, visto che ora andrà a Mantova, che è in crisi ma pur sempre forte, poi ospiterà Ravenna e il sabato santo cercherà gloria al PalaDozza contro la Fortitudo.

Stupisce la pochezza a rimbalzo dei gialloblù, mentre Bergamo, scippata dei due punti mercoledì nel recupero contro i bolognesi, sembra avere le ali al posto delle gambe. Ha perso tutti i quarti la squadra di Ceccarelli, tranne l’ultimo, ma conta poco. Questo perché il controllo del match è sempre stato nelle mani di Laganà, che ha fatto dimenticare ai suoi l’assenza del play titolare Ferri. E dove non è arrivato Laganà, che ha segnato 16 punti, ci ha messo la mano, e l’atletismo, Solano con i suoi 13 punti.

Peccato, ma uno schiaffo spesso diventa  il miglior modo per ritrovare la concentrazione. Ultimo dati: Rivali prende 7 rimbalzi ed è il migliore dei suoi. Con Powell fermo a 4, tutti difensivi, si va poco lontano. Lo sa Ceccarelli che però dice una cosa vera in sala stampa: Se oggi possiamo arrabbiarci per aver perso con Bergamo è perché stiamo lavorando bene e abbiamo ambizioni. Quindi, calma, rabbia e tanta voglia di riprenderci i due punti a Mantova”.

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Crolla il tetto su una classe dell'Iti Montani: vigili del fuoco in azione

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.