06252018Lun
Last updateLun, 25 Giu 2018 12am

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

Iscriviti al nostro canale Youtube

Poderosa e famiglia Vecchiola avanti insieme: "Nikolic è il pezzo mancante di un grande puzzle". Ceccarelli: "Gna vegne"

vecchiolanikolic
vecchiolanikolic1
vecchiolanikolic2
vecchiolanikolic3

Nikolic è uno dei prospetti più interessanti del panorama cestistico italiano: “Siamo riusciti a portarlo a Montegranaro, grazie al sostegno dello sponsor, e lo inseguivamo da tempo, da un anno e mezzo. È un valore aggiunto".

di Raffaele Vitali

MONTEGRANARO – La scheda parla sul maxi schermo dell’azienda Finproject: 203 centimetri. E Stefan Nikolic conferma: “È vero sono più alto di due metri”. Inizia con il sorriso la sua avventura in maglia Poderosa Xl Extralight. “Lo presentiamo nell’azienda della famiglia Vecchiola, perché da due anni è il nostro motore. E con orgoglio portiamo in giro per l’Italia il brand che ha un peso mondiale. Un anno fa abbiamo vinto il campionato, quest’anno stiamo dando soddisfazioni ai tifosi: una intesa che funziona” sottolinea Riccardo Bigioni.

Nikolic è uno dei prospetti più interessanti del panorama cestistico italiano: “Siamo riusciti a portarlo a Montegranaro, grazie al sostegno dello sponsor, e lo inseguivamo da tempo, da un anno e mezzo. È un valore aggiunto per una squadra che sta andando molto bene e che si è salvata già da due giornate”.

Un innesto, per Riccardo Bigioni, che vuole dare un po’ di linfa nelle sette partite finali di stagione che aprono le porte ai play off: Sarebbe un’altra pagina di storia, la ciliegina sulla torta”. Un valore aggiunto per il presente e una colonna per la Poderosa della prossima stagione. “Merito questo del nostro gm Alessandro Bolognesi, che ha saputo superare la concorrenza di società molto più blasonate di noi” prosegue Riccardo Bigioni.

La prima A2 è il passo dentro la storia. Ma nessuno si accontenta, perché si può sempre fare meglio: “Abbiamo costruito una squadra super che ha saputo coinvolgere i tifosi, passando da 400 tifosi di un anno fa ai duemila di oggi” riprende Ronny Bigioni che parla con Rivali e compagni saldi al terzo posto. “Siamo pronti al rush finale, con quattro gare in casa su sette. E sono tutte gare toste, per questo abbiamo inserito Nikolic che ci permette di allungare il roster attuale e di cercare il miglior piazzamento in vista dei play off”

La speranza è che “Nikolic non si penta di aver scelto Montegranaro”. Ma su questo non ha dubbi la società e neppure il main sponsor: “Mai avuto dubbi su questa sponsorizzazione. L’abbiamo fatto all’inizio come operazione di branding e per stare vicini al territorio. Siamo stati convinti dalla serietà della famiglia Bigioni, che sta dimostrando un’ottima gestione” chiosa Nicola Vecchiola, affiancato dalla sorella Sara, che insieme ai fratelli e al padre euro guidano un gruppo con oltre mille dipendenti.

“Se i giocatori, in particolare i giovani prospetti di prima fascia, ci scelgono è perché il progetto Poderosa è considerato molto serio. Pagamenti puntuali e professionalità. E quindi nel movimento il nome cresce. E poi c’è lo staff tecnico, da Vanoncini a Formato, che ci fa fare bella figura in tutta Italia”. La prima parola che ho imparato a Montegranaro è ‘gna vegne’, quindi la pressione non mi spaventa” ribadisce coach Gabriele Ceccarelli

Dal punto di vista tecnico, l’allenatore spiega la potenzialità del Serbo di formazione italiana: “Si inserisce nel puzzle alla perfezione. Era il pezzo mancante. Un giocatore che non sposta gli equilibri, ma che arricchisce la squadra. La rotazione sarà allargata, perché voglio che ci siano le soddisfazioni per tutti. Ha caratteristiche diverse da Campogrande e Gueye, può giocare in post basso e può marcare con più facilità le ali piccole più fisiche che giocano in diverse squadre. E lui ha la faccia di chi vuole arrivare in alto”.

Dopo aver ascoltato, Nikolic, che ha una voce tra trentenne in un corso di un 21 ennespiega la sua scelta: “Ho seguito la squadra fin dall’anno scorso. I risultati di quest’anno sono spaventosi. Sono fiero di fare parte di questo progetto e di dimostrare il mio talento al meglio possibile. Devo ancora conoscere Montegranaro, una città piccola e tranquilla con la palestra a venti metri da casa che mi farà lavorare al meglio”.

Buono l’impatto con Ceccarelli: “Sono un giocatore che può ricoprire più ruoli. È la prima volta che cambio squadra a metà campionato. Mi auguro di avere l’aiuto dei compagni”. È qui per giocare e migliorare, ha obiettivi chiari: “Mi vedo sempre più da tre. “Vorrei essere in A1 anche tra un anno, ma voglio crescere per sentirmi pronto per la serie A. Se non l’anno prossimo allora fra due anni”.

Nel mentre deve recuperare l’infortunio alla spalla: “Sono abituato a schiacciare e l’ultima volta mi sono fatto male, ma sto recuperando”. E poi c’è il salto da ultima in classifica a squadra da play off con uno sponsor ambizioso. Calcio e basket, oltre al baseball, per la famiglia Vecchiola: “Maurizio è un appassionato di calcio, noi di basket. Mi sono appassionato in fretta grazie a Ronny che mi ha invitato più volte e la squadra che mi ha fatto crescere la passione. Apprezzo la capacità di reazione rispetto ad altre squadre, perché è una squadra che sa reagire nelle difficoltà”. Ritorno commerciale? “Operazione riuscita. Il brand ha una buona visibilità. Non ho dubi che proseguiremo insieme anche in futuro”. Ed è questa la notizia, visto che l’accordo tra poderosa e Xl Extralight termina a fine stagione.

@raffaelevitali

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Crolla il tetto su una classe dell'Iti Montani: vigili del fuoco in azione

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.