06252018Lun
Last updateLun, 25 Giu 2018 12am

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

Iscriviti al nostro canale Youtube

Basket, la Poderosa su Nikolic. Equilibri da preservare: acquisto perfetto se pluriennale

nikolicschiaccia

Nikolic è un’ala piccola di 2 metri di nazionalità serba ma formazione italiana, abile nel giocare vicino a canestro, che non ama tirare da fuori.

MONTEGRANARO – La voce circola da giorni è si è fatta più forte tra i corridoi di Lineapelle, dove il mondo dei calzaturieri non riesce a non parlare di basket. E così, la Poderosa sta cercando di portare in gialloblù Stefan Nikolic, come conferma il direttore generale Bolognesi al Corriere. Uno dei migliori prospetti giovanili del basket italiano, come Treier del resto che ha però due anni in meno.

Nikolic è un’ala piccola di 2 metri di nazionalità serba ma formazione italiana, abile nel giocare vicino a canestro, che non ama tirare da fuori. È tesserato con Napoli, squadra che milita in A2 girone Ovest e che ha un piede e mezzo già in serie B. Restare a Napoli e fare bottino senza stimoli o cercare esperienze stimolanti? A questa domanda il procuratore di Nikolic ha risposto con la seconda strada. Il nodo è che Nikolic gioca a Napoli, ormai da anni, ma è di proprietà di Capo d’Orlando. Qui si gioca la partita per la Poderosa. Come operazione ha senso se si tratta di un investimento almeno per la prossima stagione, ovvero con un acquisto del giocatore per farlo diventare un prodotto gialloblù a tutti gli effetti. Altrimenti, in vista dei play off, la mossa potrebbe creare più difficoltà di gestione dei minutaggi che vero valore aggiunto.

L’acquisto in prospettiva darebbe un senso a Ceccarelli per cambiare le gerarchie e ridurre il minutaggio di Gueye e Campogrande, in primis, e poi di Treier nel post di ala piccola, che è poi il motivo per cui l’italo-estone ha scelto Montegranaro. Diversamente, l’inserimento di Nikolic sarebbe meno comprensibile perché è un innesto di qualità, ma non quello che cambierebbe la prospettiva play off, in cui la Poderosa sarà la mina vagante ma non certo la favorita, e non è neppure il giocatore che verrebbe per fare esperienza, visto che a Napoli gioca 28’ di media.

L’abilità di trattativa di Bolognesi, e dei fratelli Bigioni, dovrà superare se stessa e convincere Capo d’Orlando, che ha le sue difficoltà economiche e sta facendo cassa per provare a salvare la A1 che si gioca con Pesaro, a cedere l’ala definitivamente. Nikolic (foto baskettiamo.com) diventerebbe quindi un’altra delle pedine certe, tra queste c’è il già confermato Corbett, della Poderosa della prossima stagione. A riprova di una capacità di programmazione fuori dal comune per la dirigenza targata XL Extralight.

Raffaele Vitali

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Crolla il tetto su una classe dell'Iti Montani: vigili del fuoco in azione

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.