06182018Lun
Last updateLun, 18 Giu 2018 4pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

Iscriviti al nostro canale Youtube

'We Poderosa'. Il derby ha un solo colore: il gialloblù. Jesi stoppata da super Gueye

wepesaro

Mattoncino su mattoncino i gialloblù hanno costruito un successo fondamentale per i play off, perché Jesi ora è lontana e Powell l’ha definitivamente schiacciata a due minuti dalla fine.

di Raffaele Vitali

MONTEGRANARO - Quando termini il terzo quarto dopo aver segnato una tripla, Gueye, e aver fatto sbagliare il tiro al tuo avversario più pericoloso (Gueye su Hasbrouck), tutto sembra più facile. E se inizi l’ultimo quarto con una tripla (Gueye) dopo che ne avevi messe solo 5 su 22, allora tutto è possibile per questa Poderosa. E anche il derby più complicato, perché i gialloblù arrivavano da tre sconfitte consecutive, diventa un viaggio verso il paradiso accompagnato da un grande pubblico.

Per venti minuti la Poderosa ha avuto un solo vero problema, limitare Green. Ma è un compito a cui il 90% delle squadre in Italia non ha mai trovato soluzione. Rivali ci ha provato, sudando più del solito in difesa, ma certi pick&roll di Jesi sono stati da manuale. Dove la Poderosa ha dimostrato di avere nelle gambe molta più energia di quanta fatta vedere nelle ultime settimane è nella difesa su Hasbrouck. La stella ha trovato in Gueye il mastino e in Campogrande il guardiano. Questo a riprova che il numero 12 di Ceccarelli se vuole sa piegare le gambe come faceva ai tempi della Fortitudo.

È così che la XL Extralight ha costruito il vantaggio fin dal primo minuto, superando la mano congelata di Corbett da tre punti, approfittando dei primi quindici minuti di Rivali in attacco, ma che dire dell’arresto e tiro per il 73-65 a tre minuti dalla fine, e del costante lavoro sotto i tabelloni dei lunghi, dominanti a rimbalzo, 50 a 33 per i gialloblù. Applausi per Amoroso e il suo appoggio di sinistro con fallo subito a 3’47’’ dalla fine quando Jesi era tornata a-6 dopo essere sprofondata a -14, boato per Powell quando decide di vincere la partita.

Mattoncino su mattoncino i gialloblù hanno costruito un successo fondamentale per i play off, perché Jesi ora è lontana e Powell l’ha definitivamente schiacciata a due minuti dalla fine quando ha stoppato Rinaldi lanciato a canestro scatenando l’ira di Cagnazzo, zittito da un tecnico (75-66). Ma i derby non sono mai finiti, soprattutto quando si scalda il pubblico e gli arbitri decidono che il metro cambia e si fischia tutto, dal tecnico per flopping a Gueye al tocco di Campogrande. Ma non c’è fischio che possa fermare Powell: il derby è gialloblù (78-72), come il primo piede nei play off.

@raffaelevitali 

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Crolla il tetto su una classe dell'Iti Montani: vigili del fuoco in azione

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.