08142018Mar
Last updateMar, 14 Ago 2018 5pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners
VTEM Banners

Le partite non si vincono con il nome. La Sutor lo capisce in tempo e batte Castelfidardo

cataldocinque

Allaa fine la mano di Temperini e le spalle di Cataldo hanno fatto la differenza.

MONTEGRANARO – Che fatica, ma che due punti importanti per la classifica. Ha vinto la Sutro e questo è quello che conta. Perché lasciar passare Castelfidardo alla Bombonera sarebbe stato molto pesante, da tanti punti di vista. Ma la mano di Temperini e le spalle di Cataldo hanno fatto la differenza. “Quando mi hanno proposto la Sutor ho fatto delle ricerche e dopo aver letto la storia di questo glorioso nome è stato difficile accettare la chiamata”. Le parole del pivot italo americano devono risuonare nella mente di ogni giocatore ogni volta che entrano in campo, così da evitare quarti privi di concentrazione.

Come sottolinea anche coach Marco Ciarpella: “Non possiamo permetterci di affrontare le partite con superficialità e al ritmo di questa stasera, perché ne escono prestazioni francamente imbarazzanti. Se non invertiamo subito la rotta, il nostro campionato e la nostra posizione in classifica ne subirà le conseguenze”. Ed è così, perché alla fine del sabato di buono resta il risultato del tabellone: 63-56. A parziale giustificazione l’assenza di Bartoli che dovrebbe essere in campo il 3 febbraio a Pesaro, quando la Sutor dovrà andarsi a riprendere i due punti regalati all’andata al Bramante davanti a Oscar Chiaramello.

Tabellino: Lupetti 9, Lelli, Rossi 8, Selicato 6, Cesana, Bartoli ne, Falappa, Temperini 19, Pagliaricci, Capancioni 2, Grande 2, Cataldo 17. All. Ciarpella - Parziali:13-11; 16-15; 16-13; 18-17

@raffaelevitali

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Crolla il tetto su una classe dell'Iti Montani: vigili del fuoco in azione

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.