11222017Mer
Last updateMar, 21 Nov 2017 8pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners

Super Treier fa volare l'Under 20 della Poderosa. E Ceccarelli intanto lavora sugli errori fatti con Forlì

treierunder

La Santori Pellami ritrova così il sorriso, dopo due ko, e guarda con fiducia al prossimo march, quando a Montegranaro giocherà Rimini, già battuta all’andata. Oltre a Treier, bene Maspero, al debutto stagionale con l’Under 20, e Milojevic.

MONTEGRANARO – Talento cristallino quello di Kaspar Trier. Lo sa bene coach Ceccarelli, che lo ha voluto conscio che potrebbe essere il cambio ideale di Campogrande e di Amoroso. “Non posso ancora usarlo da tre, perché la caviglia non è perfettamente a posto. Ma avrà presto la sua chance” ha sottolineato dopo l’ultima partita il coach della XL Extralight. Se allenarsi con i grandi permette all’estone di migliorare, per rimediare alla panchina che si fa in A2 c’è l’Under 20. La formazione d’eccellenza voluta con forza dai Bigioni è stata presentato con grandi ambizioni. Ha alternato partite buone ad altre da dimenticare, e il motivo è presto detto: spesso i migliori non giocano. Ma se invece capita che in campo scendano tutti, da Treier a Maspero, non c’è avversario che tenga. Anche se si chiama Siena, seppur la meno accreditata visto che contro la Mens Sana la Poderosa ha giocato e perso.

I talenti allenati da Formato hanno vinto 72-50 con una prestazione incredibile del ‘treno estone ‘ Treier, capace di realizzare 35 punti e prendere 15 rimbalzi. D'altronde, i numeri li fa vedere in A2, dove non esita a prendere un tiro da tre punti a usare il fisico contro giocatori più grossi ed esperti. La Santori Pellami ritrova così il sorriso, dopo due ko, e guarda con fiducia al prossimo march, quando a Montegranaro giocherà Rimini, già battuta all’andata. Oltre a Treier, bene Maspero, al debutto stagionale con l’Under 20, e Milojevic. Strepitoso il quarto periodo in cui la Poderosa ha concesso ai malcapitati toscani solo 2 punti. Una prestazione che caricherà Treier in vista del derby di Jesi e che gli à ancora più consapevolezza dei propri mezzi. Che non bastano, come gli ha ricordato in conferenza stampa Valerio Amoroso che ha chiesto al giovane compagno più determinazione e puntualità nei movimenti e nel rispetto degli schemi preparati durante la settimana. r.vit.

IL POST FORLI’ DI COACH E CAPITANO by Chiara Morini

Su una cosa sono tutti d’accordo: la Poderosa deve evitare i cali di tensione che spesso le capitano durante la partita. Su un’altra ci sono certezze: Montegranaro sta imparando a difendere. “Sono rimasto soddisfatto al 75%. Per tre quarti – spiega il coach Ceccarelli – i ragazzi hanno fatto quello che abbiamo chiesto loro, anche senza Zucca, affetto da mal di schiena. Prendere 10 e 14 punti in quarto va più che bene, è prenderne 28 che invece non va affatto”. Tanti sono stati, infatti, i punti di Forlì nel terzo quarto, periodo di gioco in cui, per ammissione dello stesso capitano Valerio Amoroso, i gialloblu hanno avuto un calo fisico e mentale. «Non riuscivamo a fronteggiare la difesa a zona avversaria – questa l’analisi di Amoroso – siamo sati messi in difficoltà nel momento in cui eravamo stanchi». Ma la partita di ieri a coach Ceccarelli è piaciuta anche per altri motivi: “Abbiamo dimostrato di non essere dipendenti dal tiro da tre e da Corbett. Pochi infatti i tiri dalla lunga distanza, poche le cose (ma buone) viste fare al gioiellino americano. Era arrabbiato, ma non con sé stesso, né con i compagni: ce l’aveva con gli arbitri ed è stato fuori, gravato di due falli già dopo 2 minuti”.

Del resto i migliori in campo dovevano essere i pivot, ieri, così aveva deciso il destino: Marshawn Powell e lo stesso Valerio Amoroso, che insieme hanno fatto faville. “Ci capiamo bene, e questo è positivo e fa bene alla squadra”.

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Terremoto, un anno dopo ho i corpi davanti agli occhi

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.