10172017Mar
Last updateLun, 16 Ott 2017 7pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners

Il debutto al PalaSavelli è un sogno: 3mila tifosi e la Poderosa in trionfo. Maspero show

podeshowprima

È una squadra la Poderosa con tante frecce al suo arco. Certo, c’è il Robin Hood del gruppo, Corbett, ma al suo fianco trovano spazi tutti compagni, da Powell, che sopperisce alcune pause con la strabordante energia, a Campogrande.

di Raffaele VItali

PORTO SAN GIORGIO – C’è sempre una prima volta e quella della Poderosa in A2 al PalaSavelli è proprio bella. Il giallo domina dentro il palas. Gialle sono le maglie della Poderosa, gialla è la coreografia con centinaia di baby cestisti che rendono la curva di casa piena e frizzante. Si è lavorato fino all’ultimo secondo per rendere il palazzetto splendente e il risultato è stato ottimo. Giallo è il finale con l’abbraccio in mezzo al campo mentre sul tabellone troneggia un 98-87 pieno di sorrisi dei 2822 tifosi.

Il PalaSavelli è tornato a essere la casa del basket. e meglio non si poteva iniziare l’avventura a Porto San Giorgio della Xl Extralight. Che contro roseto nel secondo quarto sembrava davvero volasse in campo sulla gomma inventata dalla famiglia Vecchiola.

Se non fosse per le palle perse, 10 dopo due quarti, e i falli, 10, che hanno regalato 14 tiri liberi a roseto, la partita sarebbe finita dopo 15’?. Merito di uno straripante LaMarshall Corbett. Sì, proprio quello che sembrava dovesse restare in chiodato in panchina e che invece non solo ha giocato, ma ha messo in mostra quanto di buono aveva fatto vedere in 6 minuti a Ferrara. Il primo passo è quasi immarcabile, ma il dramma per i difensori è che se lo battezzano lui li punisce da tre punti.

Man of the match? Come nei migliori concorsi bisogna dare un ex equo, perché se la guardia americana ha dato spettacolo, ma è quello che da un Usa ci si attende, tuti si sono alzati in piedi per il numero 13gialloblù: Lorenzo Maspero. Chirurgico in attacco, lucido in regia, rognoso in difesa. Nei primi due minuti del quarto periodo ha deciso il match. Prima una giocata da play d’alta classe, riceve palla dopo un rimbalzo, fa un palleggio alza lo sguardo e lancia Campogrande in contropiede. Poi, non appagato, si allarga in angolo e chiede palla: Corbett, sì, sempre lui, penetra e gli scarica un pallone perfetto nelle mani: tre punti e Roseto si nuovo lontana (81-69).

È stata la tripla che ha tolto certezza alla zona di Emanuele Di Paolantonio, il coach avversario che ha fatto impazzire Rivali e compagni nel terzo quarto, quello che ha rimesso in gioco gli abruzzesi. Quello che avrebbe potuto far cambiare il corso della partita se Maspero non avesse segnato una tripla di tabella fortunosa quanto voluta perché necessaria. Ha la faccia tosta Maspero e ha solo 19 anni. Dubbi sul cambio di Rivali? Direi che ce li hanno solo gli avversari su come marcarlo.

È una squadra la Poderosa con tante frecce al suo arco. Certo, c’è il Robin Hood del gruppo, Corbett, ma al suo fianco trovano spazi tutti compagni, da Powell, che sopperisce alcune pause con la strabordante energia, a Campogrande, che parte timido e poi con due triple si scopre protagonista. E se un Amoroso sottotono è in grado di mettere la propria mano in tante giocate decisive, assist a Powell per lo schiaccione, e l’appoggio morbido per il rassicurante +10 a 2’ dalla fine, allora questa squadra andrà lontano.

Bisogna affinare qualcosa in difesa, se subisci 90 punti poi non è facile vincere, e assolutamente diventare più pericolosi vicini al ferro: 15 tiri liberi, ma molti nel finale, contro 29 di roseto. Ma Ceccarelli può lavorare tranquillo: il quintetto è forte e i giovani della panchina sono meno acerbi di quanto si possa pensare, veri Treier con la tripla a inizio quarto periodo appena ‘battezzato’ dall’avversario, vedi Zucca che non ha paura di sbagliare. Complimenti a roseto, ma a vincere è con merito Montegranaro.

LE PAGELLE (LEGGI)

CECCARELI E MASPERO (LEGGI)

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Terremoto, un anno dopo ho i corpi davanti agli occhi

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.