10172017Mar
Last updateLun, 16 Ott 2017 7pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners

Poderosa, coach Ceccarelli: "Tesi? No, carichi. Non vediamo l'ora di giocare al PalaSavelli contro Roseto"

ceccapaglia

Prima in casa senza Corbett: “Lo monitoriamo di giorno in giorno. Fosse la finale giocherebbe, ma alla seconda giornata lo lasciamo recuperare. A oggi è più no che sì”. E quindi saranno tanti i minuti di Rivali e Maspero insieme, come fatto in Emilia dove la Poderosa ha fatto vedere buone cose.

MONTEGRANARO – “Domenica sarà una partita sentita e complicata. Vogliamo fare bene per i nostri tifosi. Roseto da tanti anni fa questa categoria. Sfida difficile, dovremo scioglierci superando i limiti visti nei primi minuti di Ferrara”. Coach Gabriele Ceccarelli sta preparando la Poderosa, finalmente allenandosi sul parquet del PalaSavelli. E proprio l’aver fatto pochi allenamenti potrebbe essere un limite: “Siamo poco abituati ai veri palazzetti. Se giochi in uno ampio, cambia proprio la visione del giocatore. All’inizio a Ferrara abbiamo dovuto prendere le distanze. Però la riga da tre è quella e i canestri sono gli stessi. Zero alibi”.

Gli stimoli arrivano anche dall’avversario, roseto: “Ha sempre pescato due americani di livello. E così quest’anno. Sotto canestro hanno un lungo che segna bene. Marulli e Casagrande compensano gli esterni, con Marulli che tira bene da fuori. E hanno una panchina carica di energia. Li ho visti domenica in casa, hanno un bell’ambiente. Un anno fa hanno fatto i quarti di finale, sono una squadra forte e attrezzata da affrontare al meglio”.

Ma senza Corbett: “Lo monitoriamo di giorno in giorno. Fosse la finale giocherebbe, ma alla seconda giornata lo lasciamo recuperare. A oggi è più no che sì”. E quindi saranno tanti i minuti di Rivali e Maspero insieme, come fatto in Emilia dove la Poderosa ha fatto vedere buone cose, nonostante la sconfitta: “La capacitò di reagire dopo l’infortunio di Corbett e dopo il quarto fallo di Powell. La squadra c’è e ha voglia di combattere, ma dobbiamo migliorare le disattenzioni difensive, ma questo è frutto di allenamenti non di qualità, non avendo mai avuto i dieci convocabili tutti insieme. Quando ti alleni con il contatto di un Under e poi la domenica arriva Moreno non è così scontato”.

Non c’è tensione, ma solo voglia di giocare: “Non vediamo l’ora. Non può esserci tensione, siamo la squadra della provincia in A2. Giochiamo in un palas così grande dopo anni alla Bombonera, noi dobbiamo divertirci”. E di certo si divertiranno bambini e genitori grazie alla Bambinopoli allestita all’interno del PalaSavelli dai Bigioni.

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Terremoto, un anno dopo ho i corpi davanti agli occhi

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.