09262017Mar
Last updateMar, 26 Set 2017 7pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners

Rivoluzione Sutor: trenta imprenditori prendono in mano la storica società. La Triade lascia

nuovasutor

La triade, Basso-Cannella-Trapè, fa un passo indietro significativo e concreto convinta dalla bontà del progetto, dalla compattezza di chi si è presentato nel loro ufficio avanzando a proposta di rilevare in primis la Suto Basket 1995, che è quella che gioca in serie C.

MONTEGRANARO – Rivoluzione? Forse è troppo definirla così, ma la storia del basket a Montegranaro sta per cambiare davvero. Mentre la Poderosa si prepara per affrontare la sua prima serie A al PalaSavelli di Porto San Giorgio, Montegranaro è scossa da una notizia: trenta imprenditori rilevano la Sutor Basket. Quella per cui in città tuti tifano fin da bambini, quella, per dirla come uno dei quattro soci che ci mettono per primi la faccia, ci ha permesso di crescere “a pane e basket”. Sarà un we di grande basket per MOntegranaro: il sabato la Sutor, la domenica la Poderosa. Nessun competizione, almeno non per ora con una squadra in C e una in A.

La triade, Basso-Cannella-Trapè, fa un passo indietro significativo e concreto convinta dalla bontà del progetto, dalla compattezza di chi si è presentato nel loro ufficio avanzando a proposta di rilevare in primis la Suto Basket 1995, che è quella che gioca in serie C. Ma non basta questo, gli imprenditori vogliono la storia, vogliono l’anima di Montegranaro, vogliono la matricola 997, quella che in serie A c’è stata da protagonista.  

Il primo passo, in passato fallito, quindi è stato quello di sedersi a parlare con l’attuale presidente della Sutor Basket 1995 e poi con la proprietà, Tiziano Basso, Edo Trapè e Marco Cannella, della S.S.Sutor affiliata alla F.I.P. dal 01.07.1955 con il codice storico 997. “L’accordo è definito, la Triade ci dà in uso a tempo indeterminato e gratuito la denominazione S.S.SUTOR con la possibilità di poterla assumere ed utilizzare  fin dal prossimo campionato”.

La motivazione è far proseguire la storia della Sutor, blindandola a Montegranaro. “L’unica richiesta che la proprietà ci ha fatto – spiegano i quattro rappresentanti – è di non poter mai trasferire il titolo, che deve restare legato alla nostra città e deve essere gestito in modo congeniale”.

Intanto un uso gratuito, in prospettiva la cessione definitiva. “Per noi – ribadisce Marco Cannella – determinante è far sopravvivere 60 anni di storia. Noi ci siamo impegnati a non farla morire e oggi mettiamo a disposizione unitamente alla storica denominazione S.S.Sutor una struttura ed una società pulita che milita nel campionato di serie C sicuramente idonea a garantire la continuità della tradizione cestistica. Nel fare questo usciamo di scena, sereni e soddisfatti di poter lasciare la guida a questo importante e appassionato gruppo di cittadini di Montegranaro che vogliamo pubblicamente ringraziare per l’impegno sino ad oggi profuso e per l’amore che hanno manifestato nei confronti della Sutor”.

Entusiasmo, passione, cuore, tradizione. Parole chiave per un progetto che nasce dal basso e che ha un solo obiettivo: continuare a far vivere la Sutor Basket Montegranaro. È nato così il comitato ‘Coming Back Sutor’, che conta già trenta persone e che prenderà in gestione la squadra di basket oggi protagonista del campionato di Serie C. “Imprenditori, professionisti, dipendenti e pensionati: tutti di Montegranaro e legati al nome Sutor. “Questi al momento siamo” spiegano a nome del comitato Lucio Melchiorri, Cesare Ciarpella, Mauro Gismondi e Cesario Caminonni (nella foto).

Il presente è la serie C, il futuro chissà, si spera tra un ano la serie B, il passato è tanto: “Vogliamo far tornare la Sutor al posto che merita. Questa era la nostra squadra da bambini, questa vogliamo sia la squadra di Montegranaro anche quando non ci saremo più e per questo stiamo coinvolgendo anche molti giovani. Noi non ci contrapponiamo alla Poderosa, a cui facciamo il nostro più sincero in bocca al lupo. Ma noi siamo cresciuti a pane e Sutor. Per questo diciamo grazie alla Triade che prese la squadra, insieme ad altri coraggiosi sognatori, in serie C trent’anni fa, conservandola e facendoci vivere anche anni di serie A da protagonisti”.

La Bombonera è il campo di gioco per il sabato pomeriggio, il catino che vuole riempirsi per tifare gialloblù: “Noi vogliamo che anche chi non può spostarsi da Montegranaro abbia la possibilità di vivere il basket. La Sutor allestita questa estate è una squadra con una forte anima veregrense (LEGGI) che parte con ambizioni, perché ha un roster di ottimo livello”. Inclusa la stella del cinema Simone Riccioni (LEGGI).

Il gruppo che oggi conta trenta persone è aperto: “Tutti gli appassionati che vogliono avvicinarsi a questo progetto troveranno le porte aperte: più siamo e più forte sarà la Sutor. Nelle prossime settimane organizzeremo incontri a Montegranaro per spiegare al meglio il progetto”.  Per info:  Lucio Melchiorri - lucio.melchiorri@gmail.com; Cesare Ciarpella - nove87@inwind.it; Mauro Gismondi - info@gmmoda.it; Cesario Caminonni - caminonnicesario@yahoo.it

VTEM Banners
VTEM Banners

Terremoto, un anno dopo ho i corpi davanti agli occhi

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.