I Campioni della Poderosa partiti dal "letamaio" vanno in finale: gli Amatori di Pescara a casa

poderosa applauso

Il patron di Pescara avrà tutto il tempo di godersi l’area aperta, perché dentro un palasport per quest’anno non ci dovrà più entrare. Cosa che invece farà la Poderosa di coach Ceccarelli.

PESCARA – Finale play off. La Poderosa Xl Extralight ha vinto una partita incredibile dopo due tempi supplementari (77-78). Resta con l’amaro in bocca Pescara. Ed è giusto così. Non tanto per i giocatori in campo, che si sono rivelati forti, sportivi e pronti a difendere ogni pallone. Quanto per la società abruzzese che con il suo presidente resta ancora una volta fuori dalle posizioni che valgono la serie A.

Irrispettoso verso Montegranaro, la sua storia, le sue strutture, i suoi cittadini, il patron dell’Amatori Pescara aveva parlato di letamaio, riferendosi alla Bombonera, e non soddisfatto aveva attaccato duramente anche il maresciallo dei carabinieri, reso di averlo obbligato a stare nel suo spazio.

Ora avrà tutto il tempo di godersi l’area aperta, perché dentro un palasport per quest’anno non ci dovrà più entrare. Cosa che invece farà la Poderosa di coach Ceccarelli. Ma soprattutto di Eugenio Rivali. Il play non doveva giocare, il suo polpaccio ancora non è a posto. Ma senza di lui i gialloblù non avrebbero mai vinto. perché Pescara è forte, perché Diomede e Di Viccaro, nullo in attacco per tutta la partita e poi autore della tripla della vittoria, possono anche provare a fare i play, ma il cervello che ha Rivali non si può replicare.

Ha vinto così la Poderosa, facendo tremare uno strepitoso pubblico che è rimasto con il fiato sospeso negli ultimi 18 secondi, quelli che Pescara ha giocato con la palla in mano. Ma prima Ucci e poi Grosso non trovano il canestro e la palla muore sul fondo con la Poderosa che saluta Pescara e se ne torna alla Bombonera, domenica ore 18. Un palazzetto che non piace a Pescara, ma che per i gialloblù dei fratelli Bigioni è il fortino in cui costruire il pass per Montecatini. Prima però c’è Campli, squadra capace di vincere gara 4 contro Barcellona anche senza Gatti.

r.vit.