11212017Mar
Last updateMar, 21 Nov 2017 1pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners

Poderosa Basket. Bedetti, il cecchino da due punti, si laurea e si carica: "Obiettivo Final Four"

bedettiurlo

A Montegranaro arriva alle 20.30 la Bawer Matera. “Le giornate così (squadra già prima, ndr) sono quelle più fastidiose a mio avviso perché magari con delle disattenzioni rischi sempre di farti male. Invece bisogna tenere alta la concentrazione visto che mancano solo 10 giorni al via dei play off”.

di Raffaele Vitali

MONTEGRANARO – Di Francesco Bedetti, o meglio del dottor Bedetti visto che si è appena laureato in Scienze Motorie a Urbino, restano due immagini dopo ogni partita. La prima è la dentiera tenuta appesa in bocca nei momenti di pausa, la seconda è l’esultanza dopo una tripla a segno. Due fotografie dello stesso giocatore che è arrivato come il lottatore silenzioso e si sta rivelando una pedina chiave in difesa, ma soprattutto in attacco. E a dirlo, a parte ogni tanto coach Ceccarelli, sono le statistiche. Bedetti è il miglior tiratore da due punti della Poderosa Montegranaro, squadra prima in classifica in serie B: 63%. Non stupisca, visto che Bedetti spesso è il primo ad andare a canestro in contropiede, ben servito da Rivali o Broglia, che son i due migliori assistman.

Da tre punti potrebbe fare meglio, 33%, ma spesso la colpa non è nel tirare, ma nel non prendere quello giusto. Perché Bedetti è un generoso e poche volte guarda al suo tabellino, preferendo magari un passaggio in più. Anche quando non dovrebbe. Ma poi, Bedetti ha una capacità unica di far dimenticare l’errore con una giocata d’energia o con una tripla seguita dalla sua esultanza verso panchina e tifosi. Sabato sarà protagonista dell’ultima gara di campionato, prima dell’inizio dei play off. A Montegranaro arriva alle 20.30 la Bawer Matera. “Le giornate così (squadra già prima, ndr) sono quelle più fastidiose a mio avviso perché magari con delle disattenzioni rischi sempre di farti male. Invece bisogna tenere alta la concentrazione visto che mancano solo 10 giorni al via dei play off”.

Matera è un altro tassello e un dente dolorante da togliersi, dopo la dura sconfitta patita dai gialloblù dall’andata: “Per me quella di Matera è stata la prima sconfitta “sul campo” ed è stata la prima partita che abbiamo davvero approcciato male sin dall’inizio. In più il loro pubblico ci aveva beccato molto e il comportamento di qualche giocatore non mi era piaciuto”. L’obiettivo ora è vincere i play off e arrivare alle Final Four di Montecatini, salvo colpi di scena si tornerà in Toscana, evitando Napoli “che in Coppa Italia ha dimostrato di essere davvero un’ottima squadra. Per il resto, il discorso è sempre lo stesso: dovremo approcciare ogni partita in modo giusto, chiunque sia l’avversario che avremo davanti. Altrimenti la figuraccia è sempre dietro l’angolo”.

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Terremoto, un anno dopo ho i corpi davanti agli occhi

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.