06292017Gio
Last updateMer, 28 Giu 2017 2pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners

Rivali prende in mano la Poderosa e cancella Campli. Super Paesano fa il resto

podecampli
podeciarpa

Nel secondo quarto si inizia a correre, anche troppo, ma se non fosse per Petrazzoli che infila due triple, guardato da Bedetti, la partita sarebbe finita molto prima.

di Raffaele Vitali

MONTEGRANARO – Vincere, contava solo vincere. Dopo 20’ tirati, i gialloblù si sono tolti di dosso le paure e i dubbi tecnici e hanno preso il largo (62-41 al 27’), asfaltando una nervosissima Campli. In pochi ci avrebbero scommesso, soprattutto nel primo tempo.

Dip osserva dalla panchina, Di Viccaro è nei 12, ma per onor di firma. Paesano salta e schiaccia, ma starebbe volentieri sul divano con il ghiaccio sul gomito, mentre Rizzitiello si è imbragato il polpaccio pur di giocare. Una gara strana che inizia con gli applausi per due avversari di lusso: l’ex capitano Simone Gatti e uno tra i coach più amati a Montegranaro, Piero Millina.

E così, ecco che in campo va chi non sa nulla del passato e non rischia di emozionarsi, Riccardo Callara, lo shooter che sogna da grande. Rimbalzo in attacco e tripla sbagliata son il piglio giusto con cui iniziare, ma sono i primi due punti di Broglia che fanno ben sperare. Bisogna difendere, molto meglio di come fatto contro Porto Sant’Elpidio, molto meglio di quanto visto nelle prime due azioni di Campli.

È dura giocare contro gli abruzzesi. Hanno braccia e chili in ogni posizione. Quando il campanone di Gatti entra, ricordando le giocate degli anni passati, un brivido scende sulla schiena dei tifosi della Poderosa. Manca il gruppo con i tamburi, ma gli aficionados, almeno 400, ci sono. E si fanno sentire, fischiano gli arbitri dopo un paio di contatti sospetti che costano due falli a Paesano, che era partito bene, svettando a rimbalzo e permettendo così secondi tiri a Rivali e compagni. Il 23-22 del primo quarto è la fotografia di una squadra che sta cercando di trovare equilibri difficili, a cominciare da quelli difensivi in cui gli aiuti sui tagli restano una chimera.

Ma la musica deve cambiare, le urla di Ceccarelli non possono restare inascoltate. Si inizia a correre, anche troppo, ma se non fosse per Petrazzoli che infila due triple, guardato da Bedetti, la partita sarebbe finita molto prima. Perché Eugenio Rivali ha deciso di vincerla. Un po’ da solo, un po’ con l’aiuto di Paesano, atleticamente devastante nella sua schiacciata dopo aver preso palla a centro area, che cambia tattica: niente più tiri dalla media, fino alla tripla a 2’dalla fine, ma rimbalzi sulla testa avversaria e aperture per il compagno piazzato con i piedi a terra. il vento è cambiato, lo dimostra anche Gueye che infila la prima tripla dopo 7 errori consecutivi.

A questo punto inizia il festival del fallo tecnico. Lo prende Gatti, lo prende Bottioni, lo riprende Millina che viene anche espulso. Campli finisce lì, con l’uscita del suo carismatico coach e la confusione mentale che regna nella mente dell’ex capitano gialloblù, incapace di trovare, dopo la bomba inziale, una sola conclusione degna del suo talento. Talento che premia Rizzitiello, un vero combattente. Altro che polpaccio, è il più veloce in contropiede, uno dei più reattivi a rimbalzo, oltre che preciso dalla lunetta, dove invece fa cilecca capitan Broglia. Quando anche Bedetti trova la via del canestro, il pubblico esplode in un lungo applauso e guidato da Dino Pizzuti, improvvisato leader di curva, si lascia andare a un gioioso ‘vincere, vincere, vincere”. Due punti d’oro per la Poderosa (83-53 il finale), che venerdì contro Monteroni riavrà anche Di Viccaro. Ma soprattutto avrà in campo il numero 10 capace di sbagliare un appoggio al 32’ e anziché fermarsi, con la Poderosa avanti 68-47, iniziare a correre per inseguire Duranti lanciato in contropiede e togliergli la palla da dietro quando era a due metri dal canestro. Questo è Rivali, questo è lo spirito che il play ha saputo iniettare dentro i compagni, incluso il baby Ciarpella che segna dalla media ripagando la fiducia di coach Ceccarelli.

@raffaelevitali 

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Loira ricorda il carabiniere Beni

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.