03242017Ven
Last updateVen, 24 Mar 2017 6am

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners

Basket. La Procura Antidoping ha chiesto cinque mesi di squalifica per Torresi. Riconosciuta la buonafede

torresi maglia

Secondo la Procura il valore di Oxilofrina rilevato nelle urine di Torresi è compatibile con quanto dichiarato dallo stesso giocatore: ovvero l’uso del farmaco Argotone.

di Raffaele Vitali

PORTO SANT’ELPIDIO – Riconosciuta la buona fede, ma confermato il comportamento irregolare. La Procura Nazionale Antidoping ha disposto il deferimento di Diego Torresi, capitano della Malloni Porto Sant’Elpidio Basket. Il procuratore capo Tammaro Maiello ha chiesto una squalifica di cinque mesi.

Secondo la Procura il valore di Oxilofrina rilevato nelle urine di Torresi è compatibile con quanto dichiarato dallo stesso giocatore: ovvero l’uso del farmaco Argotone. “La concentrazione della sostanza in 400 ng/ml è da ricondurre al metabolismo dell’efedrina presente nell’Argotone”.

Quello che la Procura non ha tenuto in considerazione, su cui invece aveva puntato Torresi nella memoria difensiva, è l’assenza del bollino ‘doping’ sulla scatola del medicinale: “Le avvertenze agli sportivi, tra l’altro, nel foglietto sono inserite nella sezione gravidanze” ha aggiunto nella memoria Torresi.

Ma il Procuratore ha ritenuto questo dettaglio non sufficiente: “La presenza del bollino è un mero ausilio per l’atleta. Tra l’altro nel foglietto è scritto chiaramente: ‘Per chi svolge attività sportive l’uso del farmaco senza necessità terapeutica costituisce doping’. Ciò premesso, questa Procura ha considerato la superficialità nell’assunzione del farmaco, la mancata conoscenza delle norme antidoping (Torresi ha dichiarato che era stato il suo primo controllo antidoping, ndr) e la mancata dichiarazione dell’utilizzo del medesimo”.

La richiesta del Procuratore Capo ora è al vaglio della Prima sezione del tribunale “per il riconoscimento della responsabilità dell’atleta e della conseguente sanzione, articolo 4.5.1.1, per un periodo di cinque mesi a decorrere dalla data dell’udienza detratto il periodo di sospensione cautelare presofferto”.

Solitamente il Tribunale, non è stata fissata la data dell'udienza, conferma o riduce le richieste della Procura, da qui la speranza per la Malloni Basket di avere il proprio capitano in campo per l’ultima di campionato o comunque per l’inizio della nuova stagione 2017/2018.

@raffaelevitali

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Terrenzi bis: "Il centro come priorità"

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.