09222017Ven
Last updateGio, 21 Set 2017 7pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners

Bigioni racconta i segreti della Poderosa Basket: "Squadra che difende, ragiona e sa colpire quando deve"

bigionipresenta

Il presindete sul coach: "Sta lavorando molto bene e di certo non siamo noi a dovergli dire cosa deve fare. A oggi ci sta confermando quello che sapevamo: è un lavoratore che sa motivare bene la squadra".

di Raffaele Vitali

MONTEGRANARO – Guarda tutti dall’alto con i suoi 18 punti in classifica Riccardo Bigioni l’uomo che assieme al fratello Ronny questa estate ha investito risorse e passione per dare una nuova immagine alla Poderosa, trasformandola in Pallacanestro Montegranaro.

Poderosa prima in classifica, come ci si sente?

“E’ ancora presto, ma ci si sente bene. Significa che stiamo facendo un buon lavoro. È la situazione di un momento che ci godiamo, ma dobbiamo crescere”.

Cosa le sta piacendo di questa squadra?

“Prima di tutto che lavora molto in difesa, che ragiona, che sa colpire quando è il momento. E poi, tutti i giocatori, o quasi, vanno a referto con continuità. E se non accade, fanno altro: Gueye domenica ha fatto zero punti, ma ha giocato benissimo difendendo e mettendo in ritmo i compagni”.

Poderosa che fatica spesso per uno o due quarti e poi va via. Una costante?

“Vero, ma questo perché sta crescendo e i giocatori si stanno conoscendo settimana dopo settimana. Migliorano gli equilibri, anche se è vero che partiamo con il freno a mano tirato. Poi però giochiamo come sappiamo”.

Che idea si è fatto del girone?

“E’ tosto. A prescindere dalle prime o da quelle che sapevamo, come San Severo, ci sono altre squadre con campi ostici. Il livello è più alto rispetto all’anno scorso tra le prime otto. E ancora devo vedere Campli e Matera”.

Quando interferite nel lavoro di coach Ceccarelli?

“Non scherziamo, lo lasciamo stare. Sta lavorando molto bene e di certo non siamo noi a dovergli dire cosa deve fare. A oggi ci sta confermando quello che sapevamo: è un lavoratore che sa motivare bene la squadra. E non lo dico per i risultati, anche se non è mai facile vincere nove gare di fila con una squadra nuova e che a detta di tutti dovrebbe dominare. Questo significa che siamo quelli da battere, lui è bravo a gestire il gruppo dal senior al ragazzino”.

Venendo al Fermano, si aspettava Porto Sant’Elpidio così in alto?

“Ci pensavo. È una squadra buona, un ottimo mix tra giovani ed esperienza. Domizioli è bravo e lo conosciamo molto bene. Quindi non mi stupisce, è una squadra attrezzata con, tra gli altri, due ottimi talenti come Lovatti e Cacace”.

@raffaelevitali 

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Terremoto, un anno dopo ho i corpi davanti agli occhi

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.