01192017Gio
Last updateGio, 19 Gen 2017 12pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners

Domizioli in cerca della 'vera Malloni: "Grande difesa e tiro da fuori. E se i lunghi..."

malloni pse gruppo

Coach Domizioli: "Romani è un giocatore fondamentale per esperienza, qualità tecniche e morali. Le gare meno ‘belle’ sono coincise con la sua assenza o poco presenza. Dà equilibrio. Poi ci sono Torresi e Trovato, i due punti fermi, che stanno facendo benissimo".

di Raffaele Vitali

PORTO SANT’ELPIDIO – Più 30 contro Campli, meno sei con Perugia, coach Massimiliano Domizioli, quale è la vera Malloni?

“Ce lo stiamo chiedendo anche noi. In questo momento, fino a oggi, abbiamo giocato con grande attenzione e con discrete qualità tecnico tattiche contro le presunte grandi. E abbiamo giocato con un po’ di sufficienza e scarsa concentrazione con le presunte piccole. Questo è un dato di fatto”.

E si è dato delle prime risposte?

“Richiamami dopo Venafro e potrò essere più preciso. Ancora non ce l’ho”.

Siete partiti troppo forte in questa stagione?

“Forse. E siccome speriamo di stare su quei livelli, questo può farci pensare a volte di avere già vinto. Ma soprattutto in trasferta in questo girone non ci sono squadre materasso. Un terzo del campionato è una buona lettura per dirlo”.

I punti di forza della Malloni si vanno delineando?

“Non possiamo essere quelli che tirano con il 50% contro Campli e subiscono 50 punti in venti minuti a Perugia”.

Più attacco o difesa?

“Esclusi i primi due quarti di Perugia, abbiamo avuto una grande costanza difensiva. Individualmente e sulle situazioni delicate ci siamo sempre fatti trovare pronti. I giocatori mettono molta energia e attenzione nella preparazione e in partita cosa che ci rende costanti”.

Il predominio del tiro da fuori resterà una costante?

“Penso di sì. Ci alleniamo per non essere monocordi, la costante è però che viviamo in attacco di tiro da fuori. Ma su questo sono sicuro che abbiamo molti margini di miglioramento. E spero che in tempi brevi saremo più bilanciati”.

I piccoli ormai li conosciamo, parliamo dei lunghi?

“Catakovic domenica è rimasto fuori, ha un problema dietro al ginocchio. Stiamo aspettando la risposta di un esame. Dubito di vederlo in campo a Venafro. Romani sono tre settimane che non si può allenare con continuità. Si allena due volte più la partita. Spero che lo staff medico possa portarci al suo pieno recupero. È un giocatore fondamentale per esperienza, qualità tecniche e morali. Le gare meno ‘belle’ sono coincise con la sua assenza o poco presenza. Dà equilibrio. Poi ci sono Torresi e Trovato, i due punti fermi, che stanno facendo benissimo, dando grande energia alla squadra. Rimbalzi e difesa sono il loro punto di forza, certo dobbiamo migliorare la loro attitudine a fare canestro, mettendoli nelle condizioni a loro più congeniali”.

Quattro giocatori intercambiabili sotto canestro?

“Ad agosto abbiamo fatto delle scelte. Non potevamo pensare di prendere Dip per motivi economici e così abbiamo costruito una squadra che ha quattro giocatori per due ruoli. Quando ne mancano un paio però ne paghiamo le conseguenze, anche se Torresi e Trovato hanno energia per quattro. A loro poi aggiungo dei minuti da lunghi con Cacace e Fiorito, ma a me piace poter usare gli uomini nel loro ruolo e avere figure di stazza”.

Un terzo di campionato, si comincia a capire chi deve stare n vetta?

“Il 18 dicembre, ultima gara prima della pausa, qualcosa in più ci dirà. Comunque prima di definire le otto pretendenti bisogna aspettare i movimenti di mercato di gennaio. Sono già in diverse quelle che stanno sondando giocatori per rinforzarsi”.

@raffaelevitali redazione@laprovinciadifermo.com 

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

L'inno dei bimbi per Mattarella

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.