09242017Dom
Last updateLun, 25 Set 2017 7am

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners

Show time e sorrisi per Poderosa, vittoria e primo posto, e Malloni, bombardata Campli

domiziolicoach
ceccarellicoach

A Porto Sant'Elpidio una prova di forza frutto di uno schema di gioco semplice e chiaro: se fai canestro da tre punti vinci. I gialloblù dominano il derby con Senigallia.

Grande giornata per il basket di sere B fermano.

Qui Porto Sant’Elpidio.

Senza Catakovic, ma con la mano calda. La Malloni Porto Sant’Elpidio basket dà un segnale al campionato asfaltando Campli (85-56), dopo un paio di passi falsi, la squadra di coach Massimiliano Domizioli manda in visibilio il pubblico. Caldo e numeroso come e più di sempre, grazie alla presenza di un gruppo di appassionati ospitati nei camping da quando il maceratese p stato devastato dal terremoto.

Una prova di forza frutto di uno schema di gioco semplice e chiaro: se fai canestro da tre punti vinci. Del resto, dentro l’area non vanno spesso Torresi e compagni. Dodici tiri liberi tentati a frotne dei 37 tiri da tre punti. Questa è la Malloni, una squadra frizzante che se decide di difendere costringe Campli, dove gioca l’ex capitano della Poderosa Gatti, a segnare solo 56 punti chiudendo con un drammatico 3/23 da tre punti. I compagni segnano, 4/5 da tre per Cernivani, ma se ci sono secondo chance lo si deve a capitan Torresi che ha strappato 13 rimbalzi al termine di un match in cui Romani e Lovatti, due dei più esperti, hanno dato un contributo importante.

Qui Montegranaro.

La Poderosa ascolta coach Ceccarelli, ritrova cattiveria e concentrazione e decide il derby a Senigallia nei primi due quarti chiusi avanti 28-41. È lo strappo irrecuperabile per gli uomini di casa (68-81 il finale), che non trovano un’alternativa a Bedetti. Proprio l’ala, tra i meno positivi contro Rimini, disputa una grande partita. In attacco è diligente e non forza, chiudendo con 17 punti e 7/9 da due. Prova solida di Dip, il migliore nei primi due quarti, chiusi con 12 dei sedici punti finali.

In una giornata in cui la mano da fuori area è ibernata, 5/22, la Xl Extralight cambia piano partita e decide di giocare vicino al ferro. Ed è una scelta vincente, visto che chiude il match con un incredibile 32/43. La rincorda al primo posto, dopo il ko inziale con Bisceglie, distrutta da una rediviva Matera, non si ferma. La Poderosa c’è e se Di Viccaro e Gueye inizieranno anche a fare canestro da fuori, 2/12 in due a Senigallia, per gli avversari sarà veramente difficile fermare ogni bocca da fuoco.

r.vit.

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Terremoto, un anno dopo ho i corpi davanti agli occhi

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.