10182019Ven
Last updateVen, 18 Ott 2019 3pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners

Pancotto ai saluti con la Poderosa. Franco Ciani verso la panchina gialloblù

pancoettore

Il progetto Poderosa cambia, rispetto a un anno fa. Il piano triennale di crescita ha bisogno di essere rivisto, un pit stop forse inaspettato ma che la famiglia Bigioni saggiamente anticipa. Meglio non fare passi troppo lunghi.

MONTEGRANARO – Pronti, via e si riparte con una Poderosa 2.0. Che non avrà Corbett, non avrà Simmons, non avrà Treier e non avrà Cesare Pancotto. Il coach è con un piede e mezzo fuori dall’uscio del PalaSavelli, dalla sua casa.

Il progetto Poderosa cambia, rispetto a un anno fa. Il piano triennale di crescita ha bisogno di essere rivisto, un pit stop forse inaspettato ma che la famiglia Bigioni saggiamente anticipa. Meglio non fare passi troppo lunghi. E se la prima cosa che cambia è il budget, giusto che le strade tra un allenatore che la A1 cerca con insistenza e una società che deve spendere il meno possibile, al meglio, si separino.

Non c’è ancora nulla di ufficiale, ma sulla panchina gialloblù è in procinto di sedersi Franco Ciani. Un altro allenatore coni capelli grigi, d’esperienza, soprattutto in A2. Quindi uno pronto a lottare con una squadra da battaglia, con qualche giovane in meno e qualche vecchio da rigenerare in più. Arriva da Agrigento, dove era una specie di Ferguson, ha già allenato nelle Marche, a Osimo, e si è liberato. Tutto fa pensare che il matrimonio si farà, ma prima va chiuso il divorzio con Pancotto, resta da capire se in modo consensuale o oneroso, magari con il buyout a carico di Cantù, la società più vicina al coach che sa trasformare bonsai in querce.

Raffaele Vitali

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

L'Europa finanzia un centro ricerche sui Sibillini

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.