08192019Lun
Last updateLun, 19 Ago 2019 12pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners
VTEM Banners

Ma il Fermano ama il basket? Gara 5 è l'occasione di riscatto per il pubblico: la Poderosa ha bisogno di tifo

podestriscione

Domani si riparte da zero a zero. Per chi nutrisse dubbi sulla forza della Poderosa, basterebbe guardare il tabellone dei play off e si noterebbe che anche Treviso, la super corazzata che dovrebbe già essere in serie A, è costretta a giocarsi lo spareggio.

PORTO SAN GIORGIO – Il mondo del basket ha una prima occasione per dimostrare quanto tiene a questo sport nel Fermano. Domani sera, mercoledì ore 21, al PalaSavelli si gioca gara 5 degli ottavi di finale play off tra Poderosa Montegranaro e Latina. Con tutto il rispetto per la Sutor Premiata, che gioca alle 21.15 gara due dei play off di serie C in contemporanea alla Xl Extralight per colpa dell’avversaria Lanciano che ha rifiutato lo spostamento, a Porto San Giorgio si gioca per andare in serie A.

Gli appassionati di basket devono decidere cosa vogliono per questo territorio. È infatti inaccettabile che una squadra che ha dominato la stagione regolare e sta giocando i play off sia costretta a esibirsi davanti a meno di 1500 spettatori. Una risposta indegna per un territorio che si è sempre definito amante del basket, che negli anni ha pensato di poter tenere testa a Bologna e Pesaro.

Gara 5 è senza ritorno: o si vince o si va in vacanza. Dopo quattro partite la Poderosa conduce di 4 punti, tra vittorie e sconfitte, nella differenza canestri. Tutte gare equilibrate nel punteggio e nel gioco, tra l’altro anche simili per i continui strappi da una parte e dall’altra. “Partite a elastico” le ha definite coach Pancotto. Il problema è che l’elastico stanca gambe e testa. L’unica gara finita con uno scarto importante, nove punti, è la terza, la prima a Latina. Qui la Poderosa ha offerto una prestazione monstre in difesa, ma ci ha rimesso anche la gamba di Traini che infatti ha guardato i compagni dalla panchina perdere domenica.

Domani si riparte da zero a zero. Per chi nutrisse dubbi sulla forza della Poderosa, basterebbe guardare il tabellone dei play off e si noterebbe che anche Treviso, la super corazzata che dovrebbe già essere in serie A, è costretta a giocarsi lo spareggio. Non le è bastato vincere una partita di trenta punti, perché poi, zitta zitta, Trapani l’ha punita due volte in Sicilia. I gironi sono equilibrati, le gambe sono stanche, quelle della Poderosa forse un po’ di più.

Servono protagonisti diversi, gara dopo gara, ma alla quinta serve soprattutto il vero Corbett, quello che in questi play off ancora nessuno ha visto, se non per una manciata di minuti. Il peso del pubblico sarà reale, non è possibile che la Poderosa debba giocare sempre in un teatro silente, capace di animarsi solo dopo almeno cinque fischi arbitrali contro, magari pure giusti.

Cosa vuole il Fermano dal basket? Questa domanda deve porsi il territorio, questa domanda devono farsi le famiglie con i bambini che giocano durante la settimana. Perché avere una realtà leader è uno stimolo per tutti, aiuta ad appassionarsi, aiuta a superare gli sforzi, aiuta, insomma, a crescere insieme con sani principi dentro e fuori dal campo. Ma soprattutto aiuta una zona a emergere in giro per l’Italia anche per la sua squadra.

Con la speranza che la Sutor completi il miracolo di gara uno battendo Lanciano e vada così a giocarsi la finale play off per la serie B in una Bombonera che sarà calda e gremita, c’è un cammino più lungo e complesso da proseguire con la Xl Extralight. Perché la serie A è la serie A, lo sanno bene in altre piazze dove fischiano le sconfitte, vedi Pesaro con Reggio Emilia, ma poi a casa guardano lo schermo e pensano: non retrocediamo, siam sempre tra i migliori e i cinquemila spettatori che riempiono il palasport di una squadra sempre all’ultimo posto fanno tutta la differenza fra chi crede nel basket e chi pensa che si possa vivere anche senza pubblico.

Raffaele Vitali

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Pettinari: la mafia si combatte con piccoli gesti

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.