Play off, si riparte. Amoroso ai tifosi: 'Faticando, ma abbiamo vinto. Non molliamo mai e siamo forti'

amotripla

Ma nonostante gli sforzi, i laziali hanno perso perché i giocatori della Poderosa non mollano mai. Anche per questo Amoroso manda un messaggio al pubblico.

PORTO SAN GIORGIO – Si riparte, palla a due alle 21 per gara 2 dei play off. La Poderosa risfida Latina dopo aver vinto, faticando, domenica di due punti. “Le mie gambe non andavano. Gli avversari mi passavano in back door, ma era un problema di concentrazione, non di fisico. Errori da ragazzino, ma stasera starò meglio” sottolinea Valerio amoroso. Come sempre, quando la Poderosa ha bisogno di una scossa, di uno stimolo, è il capitano che ci mette la faccia. Uno che a quasi 40 anni ha imparato anche ad auto criticarsi, ad analizzare quello che non va, sapendo però che senza di lui e le sue due triple nel momento più difficile la Poderosa non avrebbe vinto.

“Siamo andati in difficoltà, abbiamo avuto una reazione e l’abbiamo cavalcata fino a quando abbiamo potuto. Poi, quando sprechi energie, è difficile tenere la concertazione. Brava Latina a metterci in difficoltà. C’è stata anche tanta fortuna, penso allo 0/2 di Lawrence ai tiri liberi, non so quando gli ricapiterà”. Ma anche i dettagli fanno la differenza. Basta pensare a Simmons e al suo timing a rimbalzo: “Jeremy è stato molto costante. Succede di essere un po’ stanchi, anche a Corbett. Loro erano molto carichi, hanno giocato una grande partita. E ci hanno messo in difficoltà puntando sui lunghi tiratori, per noi più complicati da marcare”.

Ma nonostante gli sforzi, i laziali hanno perso perché i giocatori della Poderosa non mollano mai. Anche per questo Amoroso manda un messaggio al pubblico, decisamente poco numeroso per una serie che vale la promozione in A1: “Mi è dispiaciuto sentire qualche voce sugli spalti mentre eravamo in difficoltà (-15 ndr). I play off sono lunghi, si può vincere o perdere, su cinque gare bisogna stare tranquilli. Fidatevi, siamo degli ottimi giocatori”.

r.vit.