04262019Ven
Last updateGio, 25 Apr 2019 5pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners
VTEM Banners

Corbett e Amoroso, la coppia stellare che fa sorridere la Poderosa: Piacenza va ko

amorosoapplauso

La guardia americana infila quattro triple e manda la Poderosa all’ultima sirena con soli due punti da recuperare.

PIACENZA – Strana questa Poderosa. Per venti minuti praticamente non scende in campo e trasforma l’Assigeco Piacenza negli Houston Rockets, subendo 45 punti in due quarti, ma soprattutto segnandone solo 30. Poi, improvvisamente, quasi tramortita sul – 16 a inizio terzo periodo (51-35) e incapace di trovare soluzioni offensive al tiro da tre punti, che continuava a scheggiare il ferro, il sussulto di Corbett, dopo la tripla di un Negri ancora impalpabile in campo. Infine, palla nelle manone di Amoroso e vittoria (81-86) che serve a tenere il terzo posto, a pari punti con Treviso che ha asfaltato Roseto.

La guardia americana infila quattro triple e manda la Poderosa all’ultima sirena con soli due punti da recuperare. Quasi incredibile quello mostrato da Corbett, che ha semplicemente deciso di fare canestro nel terzo periodo. Dall’altra parte, Piacenza alternava i suoi realizzatori, vuoi Murray, vuoi Ihedihoa, vuoi Formenti. Ma con l’americano di nuovo in partita, i compagni cominciano a crederci alla vittoria. Ci credono a tal punto che Palermo, molto bene nell'ultimo quarto, sigla il più uno con un canestro più fallo di grande qualità (66-67).

Ceccarelli e Pancotto giocano a scacchi, sia nei cambi sia nella gestione dei time put che arrivano puntuali. Il problema è che quando insegui sempre e poi raggiungi il tuo avversario, gli errori aumentano. Amoroso perde un pallone che regala a Piacenza il +5, ma poi è lo stesso Amoroso che riprende il pallone e mette la tripla dell’80-78 a due minuti dalla fine. Servono i punti del capitano, perché Corbett da solo è costretto a forzare, e sfondare, pur di ritrovarsi. L’ex coach si mette le maani nei capelli quando a un minuto dalla fine Amoroso mette la sua quinta tripla, la seconda consecutiva, che vale il nuovo soprasso gialloblù.

A 49 secondi Pancotto chiama il suo time out. Lavagnetta in mano, schema pronto. Poi, che vada come meglio non potrebbe, palla ad Amoroso e sesta tripla a segno (81-84), è il premio a una squadra che ha saputo ritrovare concentrazione nel momento più difficile. Il libero di Corbett a nove secondi dalla fine chiude il match in cui due giocatori hanno da soli vinto una partita durissima. Applausi, tanti e 'PalaBanca' sbancato. 

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Ponte di Rubbianello: cinque anni di nulla dopo il crollo

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.