04252019Gio
Last updateMer, 24 Apr 2019 8pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners
VTEM Banners

Poderosa, la ricetta anti ko di Pancotto: 'Liberiamo la testa e ritroviamo entusiasmo'

pancopanche

Nel secondo tempo, poi, sono mancati i rimbalzi offensivi, rileva Pancotto, che ha anche la soluzione pronta per le prossime quattro gare e per la post season. «Ricordiamoci che siamo una squadra di provincia – dice – e dobbiamo tornare ad avere la testa libera".

di Chiara Morini

Non può che fare i complimenti agli avversati, coach Pancotto, dopo la partita persa contro Verona, parlando del match disputato come di «un preambolo di quello che ci aspetterà nei play off: fisicità, aggressività, e gioco di situazioni». Una prova generale in vista dei play off, che si avvicinano, mancando solo quattro partite al termine della regular season.

Per riuscire a vincere bisogna non ripetere gli errori fatti con gli scaligeri. L’analisi del coach è precisa: «Siamo stati troppo prevedibili, abbiamo tenuto troppo la palla in mano senza aver creato vantaggi, ci siamo rifugiati troppo presto nel tiro da tre, lasciando l’area. Invece con il tiro da due Verona avrebbe sofferto di più, lo dicono le percentuali».

Nel secondo tempo, poi, sono mancati i rimbalzi offensivi, rileva Pancotto, che ha anche la soluzione pronta per le prossime quattro gare e per la post season. «Ricordiamoci che siamo una squadra di provincia – dice – e dobbiamo tornare ad avere la testa libera. Non dico che ce la siamo montata, ma solo che l’abbiamo pesante». Un po’ di stanchezza, insomma, 26 partite giocate ai massimi livelli un pochino zavorrano e dunque, il compito del coach, sarà quello di guidare i ragazzi «verso un azzeramento totale e la costruzione di nuovi entusiasmi. Ai play off dovremo essere in grado di farlo anche durante la gara e tra quella prima e quella dopo».

L’altro coach giallobù, lo scaligero Dalmonte, invece è soddisfatto. Vittoria a parte, il motivo è che i suoi hanno fatto quello che gli aveva chiesto. «Oggi spero che abbiamo imparato tre cose – il commento post gara – per applicare la strategia di gioco serve strategia mentale, dobbiamo far muovere di più la palla, serve energia nella metà campo difensiva. I falli? Con le rotazioni non sono un problema».

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Ponte di Rubbianello: cinque anni di nulla dopo il crollo

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.