04262019Ven
Last updateVen, 26 Apr 2019 1pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners
VTEM Banners

La Poderosa non può distrarsi: Ferrara cambia coach e prepara lo sgambetto

amorosoapplauso

Concentrata, determinata, la Poderosa non ha alcuna intenzione di fermarsi ora che ha preso possesso del secondo posto: “Quando arriva un nuovo coach - spiega Pancotto - la prima reazione è in termini di energia". Palla a due alle 2030

MONTEGRANARO – Testa coda, ma nessuno pensi che sia facile con Ferrara. Squadra nata con ben altre ambizioni, ha l’acqua alla goa e ha preso la strada del cambio allenatore. Ha chiamato Spiro Leka, che non aveva fatto male un anno fa a Pesaro in A1, prima di essere sacrificato. Venderà cara la pelle Ferrara, orfana per scelta societaria di Mike Hall. “Non basteranno 20 o 30 minuti, lo ripeto: bisogna che diamo tutto per 40 minuti. Contro i marchigiani sarà dura, ma possiamo farcela” sottolinea una delle stelle, l’americano Florin Campbell. Aggiunge e il vice allenatore Marco Carraretto: “Bisogna che troviamo il modo di sbloccarci da una fase di stallo tecnico ed emotivo. Le difficoltà delle gare che affrontiamo ci mettono davanti a tutti i nostri problemi. La chiave sarà riuscire in uno di questi momenti a reagire. Trovare Montegranaro adesso non è forse la compagine più facile da affrontare, meglio subito che più avanti, ci dobbiamo arrivare a mente aperta e serena, bisogna che siamo molto attenti alle loro insidie, che sono su tutti i ruoli del campo. Assieme alla Fortitudo, Montegranaro è la compagine più in forma del girone, ha una struttura per arrivare fino in fondo”.

Concentrata, determinata, la Poderosa non ha alcuna intenzione di fermarsi ora che ha preso possesso del secondo posto: “Quando arriva un nuovo coach - spiega Pancotto - la prima reazione è in termini di energia, perché arrivando da fuori un nuovo allenatore porta all’interno della squadra freschezza, oltre a qualche idea nuova. Al di là della classifica, vorrei ricordare che Ferrara, nelle presentazioni di inizio stagione, era data più o meno al nostro livello. Non è la classifica di oggi a farmi pensare che abbia valori differenti, perché la classifica rappresenta ciò che una squadra ha saputo fare fino a quel determinato momento”. Il quintetto è di livello, con le spalle larghe di Fantoni sotto canestro a creare spazi per i compagni. “Noi vogliamo continuare a coltivare stima e simpatia che tutta Italia ci riconosce per le cose che stiamo facendo, per il grande campionato che stiamo portando avanti e per lo status di squadra rivelazione che ci siamo guadagnati”. Anche grazie alle prestazioni di capitan Amoroso: “In questa fase ogni partita è molto importante, con una retrocessione diretta e tre su quattro dai playout nessuno vuole trovarsi invischiato in quella lotta. Sappiamo quindi che troveremo una squadra col coltello tra i denti, che non ci lascerà passeggiare. Siamo pronti alla battaglia”. Diretta radio e in tv, per chi vuole a Montegranaro maxi schermo con pennette al Tao Club.

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Ponte di Rubbianello: cinque anni di nulla dopo il crollo

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.