04262019Ven
Last updateVen, 26 Apr 2019 12pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners
VTEM Banners

Prova da grande, la Poderosa sfida Udine. Calendario Coppa Italia, gialloblù in campo il primo marzo alle 21

simmonsverona

Jeremy Simmons è pronto: Tutti vorranno dimostrare qualcosa al nuovo allenatore. Noi dovremo farci trovare pronti e non partire piano: avere un buon approccio sarà fondamentale in questa partita.

MONTEGRANARO – Si avvicina la Coppa Italia, intanto con gli orari di gioco del primo marzo. La Poderosa contro Bergamo chiuderà la giornata, alle 21. Prima le altre gare: alle 14 Roma-Verona, alle 1615 Treviso-Latina, alle 1845 Fortitudo-Biella.

Ma prima c’è il campionato e la delicata sfida di domenica contro Udine che si presenta con nuovo coach e stesse ambizioni. E Pancotto lo sa bene, perché in quella città ha lavorato e con soddisfazione: “È un luogo ideale per fare bene e pensare al salto di qualità”. Squadra strana la friulana, con un roster di alto livello, anche se ha perso Powell per infortunio: “Hanno sprazzi pericolosi e tanti punti tra le mani. Sono una grande e quindi la cosa più importante per noi sarà la durezza mentale e la continuità”. Ovvero dalle due certezze dei gialloblù.

Chiede un impatto forte: “Lì si prende la fiducia, ma a ogni quarto dovremo avere efficacia ed impatto giusti. Siamo pronti ai problemi che sapranno crearci, sapremo darne anche noi a loro”. Con o senza Negri, fermo ai box da qualche giorno: “Ma la durezza della squadra e dello staff è proprio quella di trovare la forza in chi c’è”.

E chi c’è è Jeremy Simmons: “Tutti vorranno dimostrare qualcosa al nuovo allenatore. Noi dovremo farci trovare pronti e non partire piano: avere un buon approccio sarà fondamentale in questa partita”. Un nuovo coach porta sempre qualcosa, ancora id più se di esperienza come Martelossi: “È un coach che seguirà il lavoro di Cavina, ma Martello porterà l’energia e l’entusiasmo di chi entra. Non subisce dinamiche, è il volto dell’entusiasmo. A livello tattico dovremo essere più pronti noi, ipotizzare quello che farà non è logico”. L’amico Martelossi un piano partita ce l’ha: “Durante la singola partita i marchigiani attraversano dei momenti bui, ma sono capaci di chiuderla sempre quando conta puntando su riferimenti precisi. Dovremo provare ad essere solidi come loro, a non farci spingere fuori dai giochi e a non preoccuparci nelle difficoltà”.

Dopo Udine Ferrara, poi Forlì, tre gare in otto giorni per i gialloblù: “Sapevamo che saremmo arrivati a questo momento in cui c’è un filotto di gare. E aggiungo che per tre domeniche consecutive giochiamo in casa, questo ci chiede una durezza mentale sempre maggiore” conclude Pancotto a cui fa eco Martelossi: “Montegranaro, con la Fortitudo che affronteremo tre giorni dopo nel turno infrasettimanale, è la squadra più solida del campionato”. Palla a due domenica alle 18.

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Ponte di Rubbianello: cinque anni di nulla dopo il crollo

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.