Basket, domenica la Poderosa debutta con Jesi. Corbett a rischio, ma la squadra è forte

casciloipoderosa

Per il resto, tutti pronti. Incluso Amoroso, che sta smaltendo i pesanti carichi di queste settimane e pian piano ritroverà la velocità del suo immarcabile piede perno.

PORTO SAN GIORGIO – Meno quattro. Manca davvero poco alla prima di campionato in A2 della Poderosa. un ano fa Roseto, quest’anno Jesi. È destino che per i gialloblù si inizia sempre con un derby. Le ultime uscite di precampionato hanno accresciuto le certezze della compagine di coach Cesare Pancotto. Il dubbio oggi è tutto dentro l’infermeria. Non preoccupa adire il vero Matteo Palermo. Il play ha risentito di un piccolo affaticamento muscolare, dovuto al rientro post infortunio. Ma con un po’ di terapia e massaggi, la gamba tornerà come nuova e non avrà problemi a sfidare Dillard, il folletto nero di Jesi domenica al PalaSavelli. Le incognite maggiori rguardano Corbett, che a quanto pare è destinato a saltare ogni inizio campionato con la Poderosa. “Trauma distorsivo al ginocchio destro con interessamento del legamento collaterale”. Detto così significa tutto e niente, un classico dei referti medici. Sta di fatto che quando di mezzo c’è il legamento la cautela è la prima mossa. Sarà in campo? Forse se necessario, nel caso in cui Jones dovesse accendersi troppo e magari Testa o Negri non dovessero rispondere puntualmente a ogni tiro della guardia di coach Cagnazzo.

Per il resto, tutti pronti. Incluso Amoroso, che sta smaltendo i pesanti carichi di queste settimane e pian piano ritroverà la velocità del suo immarcabile piede perno. Per lui, domenica, la sfida a suon di spallate con Quarisa. Le note liete degli ultimi amichevoli sono state diverse. La crescita di Negri è evidente. L’ala ex Treviso ha fiducia nei suoi mezzi. No si accontenta dell’arresto e tiro, spesso rifugio di chi non vuole rischiare, ma costruisce in palleggio la sua azione, cercando la penetrazione. Bene anche Mastellari, lo specialista del gruppo. Se le avversarie si metteranno a zona di certo non potranno arretrare quando Mastellari sarà in campo, a tutto vantaggio dei lunghi Simmons e Amoroso che potranno avere qualche metro di campo libero in più vicino a canestro.

Insomma, non sarà facile da marcare questa Poderosa, soprattutto se Corbett sarà in campo. Pancotto le ultime amichevoli le ha vissute come se fossero gare di Eurolega, in più di un’occasione sarebbe entrato in campo per allungare una mano e aiutare i suoi a difendere. Perché su questo non transige: un canestro in meno degli avversari è sempre un attacco migliore per i suoi.

Domenica palla a due alle 18. Un migliaio gli abbonamenti già staccati, ma i botteghini sono aperti e le opzioni vantaggiose: cresce la voglia di Poderosa, anche tra gli sponsor, anche a quattro ruote come Cascioli.

Raffaele Vitali