05302017Mar
Last updateLun, 29 Mag 2017 8pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners
VTEM Banners

'Il paese degli onesti' tra sorrisi e riflessioni al teatro di Pedaso

teatropedaso19

“Sono felice di iniziare (il primo spettacolo è stato ad Altidona, ndr) con questo spettacolo nato proprio nel nostro territorio fermano con attori nostrani che portano la passione del teatro sul palcoscenico” commenta l’assessore alla cultura Paolo Concetti.

PEDASO – Insieme si può fare sempre qualcosa di più. È con questa convinzione che Pedaso, Campofilone e Altidona hanno promosso la loro stagione T3atrale. Per la quarta volta tre piccoli comuni si sono uniti per portare cultura e risate ai cittadini all’interno di tre strutture molto diverse. Domani pomeriggio, domenica ore 17.15, è il turno di Pedaso con la commedia “Il Paese degli onesti” scritto e diretto da Lorenzo Roscioli.

“Sono felice di iniziare (il primo spettacolo è stato ad Altidona, ndr) con questo spettacolo nato proprio nel nostro territorio fermano con attori nostrani che portano la passione del teatro sul palcoscenico” commenta l’assessore alla cultura Paolo Concetti.

Dopo aver girovagato per l’Italia, conoscendo l’adattamento e la trascrizione in altri dialetti, divenendo una tre le più eseguite rappresentazioni tra i lavori moderni in vernacolo, la commedia è riapprodata nel suo luogo di origine nel 2009. Vent’anni che va inscena grazie all’alta qualità della recitazione. Uno spettacolo quindi da non perdere: “Tutto nasce in un microcosmo immaginario ma verosimile - spiega Lorenzo Roscioli, autore e regista dell'opera - collocato nel tempo, quasi in una sorta di alone del passato, ma non tanto, il padrone di casa, indotto all’intrallazzo dai propri collaboratori, si trova il maresciallo dei carabinieri in casa. Cosa desidererà il militare? Partendo da questi presupposti si modella un divertimento intrigante su cosa bolle in pentola a casa di un sindaco traffichino di una località immaginaria”.

La compagnia teatrale “Quinta Dimensione” è stata fondata nel 2008 grazie all'iniziativa dei maestri di danza Piero Perfini e Giuliana Moretti all'interno della scuola di ballo da loro diretta, in collaborazione con Massimo Cinti e con il contributo di altri attori e attrici dell'area fermana, provenienti da altre esperienze teatrali. Attraverso un minuzioso lavoro di studio e di ricerca, si esibisce prevalentemente curando lavori in vernacolo, privilegiando opere inedite di autori emergenti.

“Il Paese degli Onesti non nasce nel tentativo o con il desiderio di compiere nessuna moralizzazione politica. E’ al contrario una gigantesca allegoria che utilizza è vero un tema purtroppo tanto, ancora (e, con assoluta certezza, eternamente) attuale, ma che ha l’obiettivo di suggerire, in generale, in astratto, la nefandezza dell’immoralità” conclude l’assessore.

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Loira ricorda il carabiniere Beni

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.