05252017Gio
Last updateMer, 24 Mag 2017 5pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners

One man show solidale di Macchini: lezioni agli imprenditori, risate al PalaNatale e i pacchi della Cna

macchini

Impegno a tutto tondo per il commico nato a Fermo: "Bisogna imparare a usare i propri difetti come arma per una comunicazione efficace”.

FERMO – Piero Massimo Macchini è un personaggio poliedrico da tutti punti di vista. Non solo è capace di riempire un teatro e di farlo sorridere sgravandolo dalle ansie e tensioni, non solo riesce a insegnare la comunicazione ai giovani imprenditori, a si impegna anche dal punto di vista sociale. Insomma, un one man show per la collettività, che diventa perfetto quando si abbina all’amico collega Michele Gallucci.

L’ultimo periodo è diventato così intensissimo. Tre momento l’hanno impegnato. Prima si è incontrato con i giovani imprenditori di Confindustria: “Un imprenditore deve anche sapere ridere. E deve sapere come farlo e cosa significhi se qualcun altro ride. E così – spiega Macchini – imparare a usare i propri difetti come arma per una comunicazione efficace”. Un modo diverso di approcciarsi alla vita per i futuri capitani d’industria guidati da Angiolo Mannini che ha voluto la lezione spettacolo sul tema ‘Mettiti in gioco: mantenetevi folli comportandovi da persone normali’.

Poi ieri sera l’appuntamento con la Cna e il suo ‘Natale artigiano’. L’associazione guidata dal direttore Alessandro Migliore ha scelto Macchini per allietare la serata i cui a dominare è stata la solidarietà. Un Natale diverso, fatto di pacchi dono con i prodotti delle aziende terremotate. Prodotti che la Cna ha riunito nel progetto Vetrine Sibilline che sta conquistando ogni angolo d’Italia. Macchini non poteva mancare, visto che con la sua Marchetube assieme a Gallucci ha realizzato anche uno splendido video virale sull’acquisto dei pacchi solidali da 30 e 50 euro.

Infine, la chiusura, stasera alle 21, in una serata gratuita per tutti i fermani dentro il PalaNatale di Porto San Giorgio. Un altro modo per sorridere e far sorridere magari anche i tanti sfollati ospitati all’interno degli alberghi e dei camping. “Chi nasce per gioco, non può che vivere in allegria” è l’ancor più eloquente sottotitolo che intende ricordare come nessuno di noi abbia scelto di venire al mondo. Porto San Giorgio ha investito risorse e sperane nella struttura coperta, che vuol essere l’angolo di spettacoli durante il Natale tra musica, applausi ai Les Enfantes usciti da XFactor, al teatro fino all’arrivo delle superstar come i Nobraino.

Raffaele Vitali

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Loira ricorda il carabiniere Beni

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.