04252017Mar
Last updateMar, 25 Apr 2017 4pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners

Il Teatro dell'Aquila apre le sue ali: serata internazionale con Dee Dee, prima nazionale con Venturiello

dedee sorriso

L’idea di Trasatti, condivisa con Tam e Amat è semplice: gli appuntamenti culturali possano avere una funzione fondamentale per un ritorno alla normalità del territorio.

FERMO – Il teatro dell’Aquila apre le sue maestose porte all’arte, alla cultura e alla musica. Non c’è terremoto che possa incrinare la bellezza del suo palco. E così, l’assessore Francesco Trasatti può guardare al futuro con il sorriso: il teatro è sicuro e agibile e, soprattutto, ricco di spettacoli.

Subito due eventi: il primo nazionale, con il Profumo di donna di Venturiello che inaugura la stagione di prosa, l’altro internazionale, con il concerto di Dee Dee Bridgewater e Theo Croker & DVRKFUNK. Mercoledì il primo, giovedì il secondo. “La cantante statunitense arriva carica di entusiasmo. Una volta verificata l’agibilità non abbiamo esitato a confermare la tappa del 10 novembre” spiega Giambattista Tofoni. Tra l’altro, Dee Dee è una delle cantanti più impegnate nei momenti di solidarietà: “E’ importante rimarcare come la stessa Bridgewater si sia sempre impegnata in prima persona nel sostenere le comunità colpite da eventi drammatici, come accaduto per la New Orleans devastata nel 2005 dall’uragano Katrina, e come abbia deciso, ben prima dei fatti che hanno segnato la storia recente dell’Italia centrale, di presentare un programma musicale proprio dedicato alla principale città dello Stato della Louisiana”.

L’idea di Trasatti, condivisa con Tam e Amat è semplice: gli appuntamenti culturali possano avere una funzione fondamentale per un ritorno alla normalità del territorio.

Il giorno prima che una delle voci più belle al mondo riempia il Teatro dell’Aquila, a calcare il palco sarà la prima nazionale di Profumo di donna interpretato e diretto da Massimo Venturiello, attore tra i più amati soprattutto dopo la sua interpretazione di Cesare Carrano nella serie Distretto di polizia 6. ““Ora che abbiamo i mezzi per spaziare, per comunicare con tutti ci siamo chiusi in noi stessi, siamo diventati cinici disumani”. Così dice Charlie Chaplin nel discorso finale de Il Grande Dittatore e, come a volte succede a noi attori – scrive Venturiello nelle note allo spettacolo -, le parole che continuiamo a ripetere tutte le sere ci restano addosso e ci rimbalzano poi nella mente durante le nostre giornate. Così, interpretando il ruolo che fu di Chaplin, ho spesso ripensato a queste parole ed è cresciuta in me la necessità di continuare a parlarne”.

Uno spettacolo che fa incontrare emozioni contrapposte, uno scontro di lacrime e risate in cui, al momento, non si sa quale delle due prenderà il sopravvento. Per questo bisogna comperare il biglietto. Entrambi gli spettacoli sono in vendita nella biglietteria del teatro. Per Tam spazio anche su Vivaticket.it.

r.vit.

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Fermana, invasione di gioia in sala stampa

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.