Cinema. Dietro la cinepresa con i ragazzi diversamente abili: la prima volta dell'amandolese Tossici

tatrotossici

“Spero di avere altre occasioni di lavoro, nonostante l’arte in Italia stia vivendo purtroppo ‘alla giornata’. Lavorare con i ragazzi diversamente abili è stato edificante perché sono nella vita come li vediamo nel film: eccezionali”.

AMANDOLA – Un gruppo di ragazzi irpini diversamente abili, una cinepresa, degli attori professionisti a sostegno e un risultato: ‘Tutto può succedere nel villaggio dei miracoli’. È questo il titolo del film che verrà proiettato sabato alle 21.30 al Cine Europa di Amandola. E protagonista sul palco, oltre che sullo schermo, sarà l’attore amandolese Thomas Tossici.

Nel film gli i protagonisti sono i ragazzi diversamente abili dell’associazione ‘Noi con loro’ che di fronte a problemi insormontabili sapranno dare lezioni di vita alle persone cosiddette normali. “Ho girato per due giorni una scena di dieci minuti presso il villaggio ‘Il Salinello’. E’ stata la mia prima esperienza come attore parlante, dopo tante partecipazioni come comparsa” racconta Tossici che ringrazia il regista per l’occasione data.

“Spero di avere altre occasioni di lavoro, nonostante l’arte in Italia stia vivendo purtroppo ‘alla giornata’. Lavorare con i ragazzi diversamente abili è stato edificante perché sono nella vita come li vediamo nel film: eccezionali” ribadisce l’attore che ha iniziato la sua carriera nel 1998, recitando nel Festival Internazionale di Teatro di Amandola di Pepi Morgia.

L’anteprima del film ha avut il plauso di Pippo Baudo e Gigi Marzullo. Ora al pubblico di Amandola, in prima fila ci sarà il sindaco Adolfo Marinangeli, la possibilità di dare forza al concittadino riempiendo il cinema.

@raffaelevitali