Un pomeriggio con il quartetto femminile di flauti all'auditorium Billè

Quartetto FATA

Il Quartetto F.A.T.A. (Fuoco-Acqua-Terra-Aria) è un’iniziativa artistica tutta al femminile che nasce dall’unione di quattro flautiste maceratesi.

FERMO – Si balla alle 17, o meglio non si resisterà sulle poltroncine dell’auditorium Billè. È il giorno del concerto del Quartetto di flauti F.A.T.A. composto da Lucia Paccamiccio, Marta Montanari, Alessandra Petrini, Elisa Ercoli.

“Note d’oriente” l’evocativo titolo del programma che prevede due parti distinte ed entrambe affascinanti. Nella prima verranno eseguite musiche orientali di autori quali Yagisawa e Yasuhide accanto a melodie pucciniane evocative d’oriente come “Un bel dì vedremo” dalla Butterfly o “Nessun Dorma” da Turandot o, ancora a musiche classiche rielaborate in stile orientale da Bach alla Sinfonia n.5 di Beethoven. Esplosiva la seconda parte con i temi dei cartoons più amati, dai Looney Tunes a Jeeg robot d’accaiaio, dai Simpson a Super Mario Bros. Un concerto tutto in tema con le festività.

Il Quartetto F.A.T.A. (Fuoco-Acqua-Terra-Aria) è un’iniziativa artistica tutta al femminile che nasce dall’unione di quattro flautiste maceratesi. L’energia che caratterizza ogni esibizione riflette le variegate personalità delle componenti per dare vita ad una fusione armonica ed emotiva: vitalità, spiritualità, tenacia e leggerezza, proprio come i quattro elementi della natura, interagiscono in un equilibrio dinamico e mutevole attraverso la performance musicale.

L’attività del Quartetto F.A.T.A. spazia dallo stile classico al pop, dalla scrittura più contemporanea al jazz. L’eclettismo della formazione si rispecchia nel repertorio che, oltre alla predilezione per gli autori giapponesi contemporanei, quali Yagisawa, Arakawa, Yasuhide, Sakamoto, Sakai, propone inediti arrangiamenti di sigle di cartoons, manga, film e videogiochi e adattamenti di brani sinfonici, cameristici ed operistici. A soli due anni dal debutto, il Quartetto F.A.T.A. vanta una ricca, variegata e singolare attività concertistica. Numerosi sono i progetti con compositori contemporanei e le partecipazioni a vari festival nazionali e internazionali.