06202019Gio
Last updateGio, 20 Giu 2019 10am

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners

Parole e musica, il conservatorio Pergolesi celebra Domenico Alaleona. Poi spazio a Rossini

conservatorioalaleona

L’appuntamento con il convegno è per le 15 di domani, al cine teatro Manzoni di Montegiorgio. L’evento proseguirà poi con il concerto previsto per le 21, sempre di domani, al teatro Alaleona.

di Chiara Morini

FERMO - Weekend dedicato alla musica e al bel canto, tra Fermo e Montegiorgio: un convegno ed un concerto dedicati alla figura di Domenico Alaleona, scomparso 90 anni fa, musicista e compositore noto nel panorama italiano di fine ‘800 primi del ‘900 di Montegiorgio, e un concerto, dedicato a Santa Cecilia, con musiche di Rossini e Mozart. Il primo evento si svolgerà tra Montegiorgio e Fermo, il secondo al Teatro dell’Aquila. Protagonista il Conservatorio di Fermo che figura tra organizzatori di entrambe le iniziative.

Si tratta di eventi che riempiono di soddisfazione il presidente del Conservatorio stesso, Carlo Verducci, che annuncia che proprio «Ad Alaleona sarà intitolata la nostra biblioteca». Una biblioteca che si arricchirà presto di «Scritti e pubblicazioni appartenuti allo stesso Alaleona, ce lo ha detto la signora Anna Maria Ruggeri Alaleona, moglie dell’ultimo nipote dello straordinario musicista: le donerà al Conservatorio». L’annuncio è del professor Paolo Peretti che è uno dei relatori al convegno. Altri due sono interni al Conservatorio fermano, Mauro Amato ed Ugo Gironacci, mentre tutti gli altri arriveranno un po’ da tutta Italia. Su tutti Michele Suozzo, conduttore della trasmissione di Radio 3 Rai, “La Barcaccia”, che, ricorda ancora Peretti, “Quando lo abbiamo contattato, è venuto fuori che a suo tempo fece la tesi di laurea proprio sul musicista di Montegiorgio”. L’appuntamento con il convegno è per le 15 di domani, al cine teatro Manzoni di Montegiorgio. L’evento proseguirà poi con il concerto previsto per le 21, sempre di domani, al teatro Alaleona. Sabato mattina il convegno proseguirà poi all’interno del Conservatorio, a Fermo, nell’auditorium Billè. “Finora la storiografia musicale non si è occupata adeguatamente di Domenico Alaleona – dice il direttore del Conservatorio Nicola Verzina – ora invece potremo finalmente approfondire il tema di un musicista che ha dato un forte contributo al rinnovamento della scena musicale italiana”.

«Non posso che ringraziare il Conservatorio, il comune di Fermo e gli studiosi che interverranno – le parole del sindaco montegiorgese, Michele Ortenzi – soprattutto però il mio grazie va a Lanfranco Beleggia, privato, che ha iniziato ad investire per il bene comune. Suo è il recente acquisto del Palazzo Alaleona che sta sistemando e presto sarà pronto”. E l’investitore metterà a disposizione anche il materiale contenuto nel palazzo. L’idea di questa iniziativa è venuta per caso, quando, ricorda l’assessore Michela Vita, “eravamo al cimitero, di fronte alla tomba di Alaleona. Una delle nipoti del musicista voleva vedere la tomba del nonno. E allora è venuta fuori l’idea. Compreso il concerto cui parteciperanno la banda e il coro del nostro illustre concittadino”. Un ruolo importante lo ha avuto anche Mario Liberati, e per questo la Vita ci tiene a ringraziarlo. “Mi carico di responsabilità vedendo tutti i complimenti che mi si fanno – il suo commento – Ma ci tengo a dire che questo a cui prenderò parte attivamente è il terzo momento dedicato ad Alaleona”. Dopo il primo, quando aveva otto anni, cui partecipò insieme al padre, ovvero l’intitolazione del teatro montegiorgese, ed il secondo, una presentazione di un libro, con annesso concerto, svoltosi negli anni ’80.

“Il teatro Alaleona è il più grande della provincia insieme a quello dell’Aquila, e per questo, dopo la stagione teatrale montegiorgese, sono contento di essere di nuovo presente accanto al sindaco Ortenzi” commenta il vicesindaco fermano, Francesco Trasatti. Ma non solo per questo, perché dopo Montegiorgio il conservatorio organizza un concerto, domenica pomeriggio al teatro dell’Aquila, insieme al comune. Non ha nulla a che fare con Domenico Alaleona, perché le musiche eseguite saranno un omaggio a Rossini nel 150° anno della sua morte. Con l’esecuzione di musiche anche di Mozart. L’appuntamento è alle ore 17 con il “concerto di Santa Cecilia. 

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Pettinari: la mafia si combatte con piccoli gesti

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.