02222019Ven
Last updateVen, 22 Feb 2019 3pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners

L'alzheimer entra a teatro con la bravura di Haber: il teatro dell'Aquila si riempie

haberconf

Accanto ai protagonisti principali ci saranno pure Paolo Giovannucci, Daniela Scarlatti, Ilaria Genatiempo, Riccardo Floris.

di Chiara Morini

FERMO - Sorriso, ironia, delicatezza ed intelligenza: sono gli elementi portanti de "Il padre", lo spettacolo teatrale con Lucrezia Lante Della Rovere che interpreta Anna, la figlia di Andrea, portato in scena da Alessandro Haber. Andrea è malato di Alzheimer, è la sua memoria inizia a vacillare, facendogli confondere tempi, luoghi e persone. 
La pièce teatrale è stata scritta da Florian Zeller, mentre gli attori sono magistralmente diretti da Piero Maccarinelli. "Lo spettacolo vuole riflettere proprio su questa immane tragedia causata dalla malattia - le parole del regista - che colpisce non solo gli anziani, ma anche i più giovani". La rappresentazione fa parte di una trilogia, "La madre", "Il padre" in scena appunto oggi e domani al teatro dell'Aquila, e "Il figlio". Il problema è così gravemente diffuso che la compagnia, con lo spettacolo, fa sapere di sostenere l'Aima, l'associazione italiana malati di Alzheimer. Nessuno sentimentalismo, ma solo la voglia, dice Maccarinelli, di "ridere, perché anche nella tragedia bisogna saper trovare il modo di affrontarla ridendo". E il ruolo del padre malato lo interpreta Alessandro Haber, già padre della Lante Della Rovere sulle scene di un film girato 30 anni fa. Gli riesce così bene interpretare Andrea, che, racconta il protagonista, "ogni volta che recito questa parte medici, infermieri, badanti e tutti coloro che in qualche modo hanno, o hanno avuto, a che fare con questa malattia restano colpiti dal realismo che ci metto". E proprio come un malato di Alzheimer vive di piccoli episodi, perdendo la propria storia personale, così ogni piccola singola scena, che dura circa un minuto e mezzo, diventa una piccola storia a sé dentro lo spettacolo. Ad aiutare Andrea sarà sua figlia Anna, come detto, alias Lucrezia Lante Della Rovere, che, racconta, "vedrà il padre diventare a poco a poco come un bambino. Un dolore grande, un tema che spaventa, ma che darà la forza al mio personaggio, pur soffrendo, di occuparsi del padre come fosse un figlio".
Lo ospiterà in casa, dove vive con il suo compagno, con il quale dovrà affrontare anche momenti difficili. 

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Ponte di Rubbianello: cinque anni di nulla dopo il crollo

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.