09262018Mer
Last updateMar, 25 Set 2018 11am

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners

Eventi

La meraviglia di Torre di Palme e la vitalità di Marina Palmense: le due anime dell'estate (video e foto)

tdpestate
tdptras
Belvederetdp

La settimana è piena tra luglio e agosto. Domenica appuntamento con le lectio di Cesare Catà. “Raccontare storie in un luogo così magico è particolare. Ci leghiamo a Leopardi e ai ribelli dell’800".

FERMO – In fondo al corso, due minuti e mezzo di cammino tra mattoncini, scorci mozzafiato e locali da provare, si apre l’orizzonte: benvenuti a Torre di Palme.

Il piccolo borgo è diventato uno degli angoli di punta della programmazione turistica e culturale di Fermo, che per presentare le manifestazioni schiera, per restare ai Mondiali, l’11 titolare. Un cartellone variegato nel cuore di uno dei Borghi più belli d’Italia che abbraccia anche la sorella maggiore Marina Palmense. Se il borgo è la cultura e degli angli romantici, la frazione costiera è il luogo della festa e del cibo.

La settimana è piena tra luglio e agosto. Domenica appuntamento con le lectio di Cesare Catà. “Raccontare storie in un luogo così magico è particolare. Ci leghiamo a Leopardi e ai ribelli dell’800. Dopo John Keats parleremo di Oscar Wilde, poi Leopardi e chiuderemo con Rimbaud. Con noi ci saranno attrici come Pamela Olivieri e Rebecca Liberati, oltre a Federico D’Annunzio e Maurizio Serafini, esperto di musiche celtiche”.

Lunedì, festival Internazionale della chitarra, rigorosamente classica, con la regia di Roberto Tascini: “Tredicesima edizione con quattro appuntamenti. Figure diverse con la chicca del duo per il terzo appuntamento con musica e ballo legato a musiche armene e la chiusura affidata a un trio con violino e viola che suoneranno Beethoven abbinati alla mia chitarra”.

Come perdere Shabby al Borgo? Sabato e domenica, 7 e 8 luglio, sono un unicum per qualità e programma con l’artigianato artistico che abbina arredamento, lampade e gastronomia di lusso con 45 espositori che arrivano da tutta Italia: Campania, Lazio e, aggiunge Francesco Iori, ideatrice e artista: “Tante richieste, 5 pugliesi, tre di Roma, alcuni dalla Toscana: un onore a riprova che funziona l’evento. La soddisfazione sono le prenotazioni nei B&B, siamo diventati un riferimento nazionale, più ancora che locale”. Al mercatino quest’anno vengono abbinati anche corsi teorici e pratici: “Tanti artisti di strada quest’anno saranno protagonisti” ribadiscono le referenti dell’associazione A Mano. Martedì mercatino dell’artigianato che tocca il 23esimo anno di attività.

Spazio poi all’associazione Turris, che è la parte culturale dell’estate: “Lezione su Crivelli affidata a Mattetti e poi le passioni visive di Agostini oltre ai gioielli artistici tra le serate da non perdere”.

Riaprirà a luglio anche l’ufficio turistico lungo il corso, a gestirlo la cooperativa Tu.ris.Marche: “Li gestiamo nelle quattro frazioni del capoluogo. Personale qualificato per dare le migliori risposte e poi iniziative come quella del 27 luglio all’interno della necropoli con una visita guidata serale tra ‘Eroi e sacerdotesse’ e piatti piceni su stoviglie di terracotta”. Il tutto per intercettare fondi regionali che puntano al turismo esperienziale, che Adolfo Leoni e il suo mondo della Dieta mediterranea hanno capito prima di altri. e proprio il Laboratorio della Dieta Mediterranea chiuderà l’estate. “Dopo l’approvazione della legge regionale abbiamo trovato nuova forza. Dieci giorni fa è uscito un libro in inglese che, partendo dall’International student competition, dedica il capitolo 7 alla terra di Marca, alla dieta mediterranea e al fatto che può diventare un brand” spiega Leoni. “Ci occuperemo del cibo monastico, coinvolgendo anche il sofismo islamico, per creare la miglior contaminazione culturale”. A questo si abbinerà una passeggiata nel bosco del cugnolo e l’esperienza con asini e cani dedicata ai bambini

Tra domani e dopodomani partiranno i lavori per il museo che verrà realizzato all’interno della scuola. Un progetto finanziato dalla Edison che ha permesso il restauro dei reperti. Si apre il cantiere. “Domani sera la cooperativa Tu.ris.Marche ospiterà otto giornalisti tedeschi. Attiva anche la contrada Torre di palme che il 30 luglio sfilerà lungo il borgo insieme alle rappresentanze di tutte le contrade. Poi il 13 agosto cena di contrada su piazzale Belvedere, sottolinea il priore Samuele Bruni

Marina Palmense è la parte goliardica e mangereccia. “Collaborando con le associazioni: festa del turista, festa dello sport e 44esima sagra delle vongole, oltre la fiera di San Savino dove già ci sono 60 edizioni. Copriranno dal 15 luglio al 15 agosto, all’interno, oltre a Macchini e al dolce di casa mia, abbiamo il jazz che ci fa elevare” sottolinea Mauro Torresi. “Terza edizione di Marina in Jazz nei giardini. Due concerti: il primo il 27 luglio alle 2145 con il quintetto Abat jour che farà rivivere Nicola Arigliano. Spazio poi il 3 agosto con il quartetto Carestia/Spitoni che punta sul blues”.

L’estabus quest’anno toccherà anche Porto San Giorgio, per cui siamo certi di poter andare a prendere i turisti per portarli a Torre di palme e Marina Palmense. “No siamo riusciti a intercettare la manifestazione del Sanremo Festival per motivi di costi, ma tra strada, scogliere e ponte il prossimo anno avremo un’estate molto calda”.

Un ricco cartello, su cui lavorano anche i due consiglieri local: Cristian Falzolgher e Massimo Tramannoni. “Domani parte tutto con il bar le Logge che dà il via alla musica dal vivo con Schiantos alle 21. I locali si stanno impegnando e Torre di Palme è sempre più bella. Non solo, questa estate dimostra l’impegno dell’amministrazione non solo al centro di fermo. Da quando Torre di Palme è entrata tra i borghi più belli d’Italia la programmazione è cresciuta”.

Raffaele Vitali

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Crolla il tetto su una classe dell'Iti Montani: vigili del fuoco in azione

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.