07222018Dom
Last updateDom, 22 Lug 2018 12pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Eventi

Trenta indizi per la mappa del tesoro delle Marche: parte il Grand Tour di Tipicità

GT2018

Punto fermo resta la Made in Marche Gallery all’interno delle monumentali cisterne romane di Fermo, città che ospita anche l’evento di chiusura del circuito.

FERMO – Fermo è la casa sicura, il luogo dove tornare e da dove pensare il cammino. Ma poi c’è la strada, quella che va percorsa portando da un angolo all’altro della Regione le tipicità culinarie e non solo. Parte da Recanati il Grand Tour delle Marche 2018 che si affidano a uno slogan semplice e diretto: “l modo migliore per viaggiare nelle Marche è viverle!”.

Trenta tappe, fino a novembre, per un viaggio nato dopo Expo, una mappa del tesoro “che stimola l’ospite ad avventurarsi in profondità nel territorio, con le sue esclusive tradizioni, la geniale sapienza della manualità, la gioiosa atmosfera della festa, ma anche con proposte turistiche su misura ed una piattaforma web altamente innovativa” spiega l’ideatore Angelo Serri.

Dalla trota di Sefro alle prelibatezze marinare di Tipicità in blu, con Ancona capitale della blue economy, passando per il fungo spignolo e la crescia di Frontone, riapprodando sulle rive del mare con GustaPorto a Civitanova Marche e con il succulento brodetto alla zafferanella di Porto Recanati. A questo si aggiungono la “Frasassi Experience”, la Domus Romana, l’ora della “Libera poesia tra le mura”, l’Infiorata del Corpus Domini e Amantica.

Punto fermo resta la Made in Marche Gallery all’interno delle monumentali cisterne romane di Fermo, città che ospita anche l’evento di chiusura del circuito. Tra i tanti luoghi toccati: eventi dedicati al ricamo a Venarotta, al Verdicchio, sia a Matelica che a Montecarotto, all’alogastronomia ed al tartufo ad Apecchio ed ancora tartufo ad Acqualagna. Pollenza propone il “restauro del mobile antico”, Montappone la “Festa del cappello”, Ascoli Piceno “Ascoliva”, Castelfidardo il “Premio Internazionale della fisarmonica” e Campocavallo di Osimo la tradizionale “Festa del covo”. Oltre al tartufo, l’autunno celebra lo “stoccafisso” a Porto Sant’Elpidio, la “mela rosa dei Sibillini” a Montedinove, la “cicerchia” a Serra de’ Conti, mentre Cantiano propone la “Fiera cavalli”.

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Crolla il tetto su una classe dell'Iti Montani: vigili del fuoco in azione

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.