09212018Ven
Last updateGio, 20 Set 2018 9pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners

Eventi

Modena, Torino e Bologna: #FermoAttivo fa il pieno di turisti. La città è pronta: "Venite a scoprirmi"

fermoattivobirra
fermoattivocorso
fermoattivodentro

Per quattro giorni tutto è a portata di mano, per un paio anche le birre in piazza con il Beer Days i cui protagonista è stata anche una luccicante sposa.

FERMO – “Fiumi di persone” sarebbe il titolo della canzone se cantassero ancora i Jalisse pensando a #Fermoattivo. Il primo we, l’iniziativa prosegue fino a domani, è stato un trionfo per Bibi Iacopini, "un grande inizio, la città ha risposto bene" il suo commento, e le tante persone che si sono messe a disposizione della città per renderla bella, visitabile e vivibile. Angoli nascosti, cortili sconosciuti, in cui spuntano quadri e opere d’arte che artisti locali mettono in vendita, terrazze panoramiche: è quello che Fermo può offrire senza pagare biglietti. Mostre sul 400 e musei polari è quanto invece ogni turista non ha voluto perdere fermandosi nell’angolo di città recuperato dal Comune e reso museo.

Gruppi di turisti si sono alternati da un angolo all’altro del centro, con quel corso per una volta percorso senza fatica da turisti e fermani. “Vado a scoprire la mia città” è stato il commento del direttore della Camera di commercio Domenico Tidei incrociato vicini alla torre Matteucci. Perché molto spesso non c’è tempo e così il cortile degli Artigianelli con la sua antica fonte resta un mistero, come la terrazza del museo diocesano con la sua ricchissima collezione.

Per quattro giorni tutto è a portata di mano, per un paio anche le birre in piazza con il Beer Days i cui protagonista è stata anche una luccicante sposa. Peccato, va detto, che molti commercianti non l’abbiano capito e così ieri tanti erano i negozi chiusi. Non tutti, perché qualcuno che sa cogliere le opportunità c’è. Sono arrivati da Modena, Bologna Torino e tanti altri luoghi i turisti. Attratti dal bel tempo, attratti dai Crivelli e dall’orso Nanuk, ma soprattutto attratti da una Fermo diversa: viva e completa, con quei cartelli esplicativi sui palazzi che in attesa della realtà aumentata che vuole portare MarcaFermana sono il tangibile che permette di conoscere.

Due giorni di pienone, ma due giorni ancora per chi non ha fatto in tempo o semplicemente vuole riprovare per cogliere un anfratto segreto, come quello immortalato da Francesca Pasquali con un Jocker perfetto disegnato in un cortile nascosto. Dove? A voi il compito di trovarlo, basta vivere #Fermoattivo magari mangiando un primo nei ristoranti del centro, che sono gli unici ad aver storto un po' il naso per lo street food in piazza nel fine settimana che ha però entusiasmato tutti, ma che confidano, oggi e domani, di calamitare il flusso di curiosi in cerca delle specialità, non solo architettoniche.

r.vit.

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Crolla il tetto su una classe dell'Iti Montani: vigili del fuoco in azione

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.