05232018Mer
Last updateMer, 23 Mag 2018 10am

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

Iscriviti al nostro canale Youtube

Eventi

Il fuori festival porta brio a Tipicità, il Festival che per tre giorni racchiude il mondo del food a Fermo

tipimorini

Nel corso degli anni si sono creati legami con i territori delle Marche, e anche fuori regione. Ed è per questo che il sindaco Paolo Calcinaro per la sua città può contare sul fatto che “di Fermo si parla molto nelle Marche e non solo per lunghi periodi dell’anno grazie anche a Tipicità”

FERMO - 13.000 metri quadrati coperti, tre padiglioni (cibo, turismo, manualità), 200 realtà presenti con una propria area, 130 eventi, 40 partner privato e 18 pubblici, 30 associazioni: sono questi i numeri dell’edizione 2018 di Tipicità. Fermo capitale delle eccellenze del territorio: basta poco per definire il 26mo weekend (3-5 marzo) dedicato alla promozione del gusto e delle territorialità di Fermo e dell’intera regione Marche. Che avrà anche Neri Marcorè come ospite, insieme a chef pluristellati.

Nel corso degli anni si sono creati legami con i territori delle Marche, e anche fuori regione. Ed è per questo che il sindaco Paolo Calcinaro per la sua città può contare sul fatto che “di Fermo si parla molto nelle Marche e non solo per lunghi periodi dell’anno grazie anche a Tipicità”. Nata negli spazi esigui del PalaSavelli a Porto San Giorgio e sviluppatasi negli ultimi anni al Fermo Forum, la manifestazione ha varcato i confini dei locali ed è arrivata anche in centro storico. Ma è dopo l’Expo di Milano che è divenuto un vero e proprio brand. Tipicità e promozione del territorio e non solo, perché, annuncia il patron Angelo Serri, “Torna la formazione per i giornalisti e gli architetti”. Il che, dopo il terremoto, assume un’importanza rilevante, anche per raccontare le esperienze dei mesi scorsi. Parlare di come si comunicano i territori, anche quest’anno, è un compito affidato, tra gli altri, al coordinamento del giornalista Andrea Braconi.

Produttori e comuni, e non solo, perché ci saranno anche le associazioni di categoria. “Del resto - commenta il presidente della camera di commercio, Graziano Di Battista - l’evento permette anche ai piccoli produttori di promuovere le piccole cose belle e genuine del nostro territorio”. Esattamente come si è fatto alla Bit, quando insieme all’area Hospitality sono stati portati i piccoli prodotti dell’artigianato locale. “Proprio le piccole e piccolissime imprese - prosegue Di Battista - danno la qualità che permette al territorio di essere conosciuto ed apprezzato a livello nazionale e non solo”. Così ci saranno le aree tematiche: “Food, Wind & beer”, “Bio Garden”, “Tipicità Experience”, “Art & Genius”. “Quando poi ci sarà la camera di commercio unica - prosegue Di Battista - questa sede ospiterà sempre eventi di questo tipo, valori e ricchezza dell’intera regione compresi, che ci faranno essere ancora vicini al territorio”. Le “esperienze da vivere” e “I confini del gusto” daranno vita ad un corposo programma di qualità, fatto di oltre cento eventi: tra questi gli show cooking nell’Accademia dei sapori, le presentazioni del Teatro dei sapori, e i laboratori. Con il nemmeno troppo ideale gemellaggio con le realtà internazionali, con l’Isola d’Elba e l’ormai consolidato circuito di “Piccole Italie”, e gli aromi dello stoccafisso dei mari del nord. “Molte sono le novità che fanno di questa edizione un Crocevia della qualità” dice Serri. Ed in effetti, per quanto lo spazio per i bambini ci sia sempre stato, quest’anno ha anche il nome di Tipicità for kids”. E con la collaborazione di Giaconi Editore ci saranno spazi ed eventi specifici dedicati ai libri.

Fuori dal Fermo Forum, ci sarà Tipicità in the city per la quarta volta. Si estende di fatto il mondo di tipicità e nel centro storico, dice l’assessore al Turismo, Francesco Trasatti, “Ci saranno tanti appuntamenti prima e dopo cena per conoscere, ascoltare, ammirare quanto di buono e bello c’è in città e nel territorio”. Con la novità di un originale “Dopofestival”, con serata realizzata da Piermassimo Macchini e Michele Gallucci che dialogheranno, domenica sera, in chiave comica con tutti i protagonisti dell’evento. E il sabato sera si torna anche a parlare dell’aiuto del comune di Ameno a quello di Fermo, con un concerto dedicato.

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Crolla il tetto su una classe dell'Iti Montani: vigili del fuoco in azione

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.