04212018Sab
Last updateSab, 21 Apr 2018 4pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

Eventi

Cinque dj per un capodanno da sogno: Fermo ha ballato fino alle 4 . Salvati due cani impauriti dai botti

mariomazzaferro

Lo scoppio di un petardo ha causato il ferimento, alle prime falangi di tre dita della mano sinistra, di un 32enne romeno residente a San Benedetto del Tronto. È stato l'unico ferito registrato tra le province di Fermo e Ascoli Piceno.

FERMO – Un Capodanno perfetto. Non solo perché erano pieni i ristoranti, ma perché nelle piazze delle tre città principali del sud delle Marche, Fermo, Ascoli Piceno e San Benedetto del Tronto, è andato tutto per il meglio. “Migliaia di persone, un via vai continuo. Abbiamo dovuto iniziare a suonare alle 22.30 per le persone che c’erano. E abbiamo smesso alle 4 del mattino con la piazza ancora piena e tutti che ballavano. Che spettacolo quando è partito il mega trenino che è arrivata fino all’orologio girando attorno alla torre astronomica” commenta Stefano Castori, anima del capodanno anni ’70-’90 di Fermo. Ha ballato il sindaco Calcinaro con Giunta e consiglieri, hanno ballato diversi sindaci di comuni limitrofi che hanno scelto la piazza sotto il Girfalco per vivere anche un momento storico: “Hanno mixato una canzone tutti e cinque i grandi dj insieme (Davide Domenella, Claudio Ricotti, Enrico Filippini, Giampi Gianpiero Malvatani, Mario Mazzaferro). E in pochi dimenticheranno ‘Sul bel Danubio blu’ suonato alla mezzanotte che ha fatto ballare tutti gli innamorati” (foto Mario Mazzaferro).

Lo scoppio di un petardo ha causato il ferimento, alle prime falangi di tre dita della mano sinistra, di un 32enne romeno residente a San Benedetto del Tronto. È stato l'unico ferito registrato tra le province di Fermo e Ascoli Piceno. Ha funzionato la macchina della sicurezza, studiata nel dettaglio da Comuni e prefetture, e ha garantito che non ci fossero problemi nelle tre città che sono controllate dalla stessa Questura. Le ordinanze anti botti hanno funzionato, ma non hanno evitato di passare il capodanno in auto ad alcuni poliziotti che sono dovuti intervenire a Monticelli, il popoloso quartiere di Ascoli, per salvare due cani che impauriti dai botti di fine anno erano scappati e vagavano per le strade. Entrambi gli animali sono stati recuperati dagli agenti e riaffidati ai proprietari.

Grande successo anche per il super capodanno al Fermo Forum, il top in programma per chi non cercava la piazza con il cielo stellato: oltre tremila persone tra musica e risate con Montanini. Un esperimento di susccesso che dà ancora più forza al capoluogo, capace di attrarre pubblici diversi nei luoghi della città

Raffaele Vitali

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Fede, giovani e integrazione: i primi pensieri fermani di monsignor Pennacchio

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.