07232018Lun
Last updateDom, 22 Lug 2018 4pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Eventi

Il capodanno trova casa a Fermo: si balla in piazza del Popolo con i dj di fine millennio

capodannopiazza

Una musica che fa scatenare l’anima di ognuno. E non sarà solo frutto della melodia, ma dei dj che non mettono i dischi, ma suonano i dischi” commenta l’assessore Mauro Torresi.

FERMO – Il 2018 inizia in piazza. Il filo conduttore è la musica, dagli anni ’70 ai ’90. “Dopo anni è tornata la tradizione del capodanno in piazza. Una iniziativa che ci permette di far vivere Fermo anche il 31 dicembre e di bissare il successo di questa estate quando c’è stata la prima reunion dei grandi dj del passato” sottolinea Paolo Calcinaro.

Merito di Stefano Castori, che ha creduto in questo revival proiettato al futuro: “Tante persone si sono già prenotate per non perdere una serata di dance con Domenella, Giampy, Filippini, Ricotti, Mazzaferro e la coppia Castori-Cinto alla voce. “Spero che i cittadini riempiano i locali fermani e poi vadano a brindare in piazza per ballare in una notte diversa e unica in cui le selezioni musicali sono di classe e non solo con i jingle riempi pista di oggi” aggiunge Calcinaro.

Comune e forze dell’ordine sono i ‘partner’ fondamentali. Poi ci sono gli sponsor: Buschi e Stazione 41, che lancia anche una campagna social. “Rispetto a questa estate abbiamo aggiunto gli anni ’90, proprio per avvicinare anche una generazione in più. Una musica che fa scatenare l’anima di ognuno. E non sarà solo frutto della melodia, ma dei dj che non mettono i dischi, ma suonano i dischi” commenta l’assessore Mauro Torresi che passerà il suo capodanno a Porto San Giorgio tra amici ma che in piena notte arriverà sotto il palco.

Dall’idea estiva del consigliere Rocchi al supporto del consigliere Paci per il nuovo anno. “Si comincia alle 1130 con gli anni ’70, poi alle 24 il brindisi con il saluto dell’Amministrazione per un 2018 che potrà essere solo migliore. Chiusura prevista per le 5 del mattino”. Il programma è ricco e tornerà il 19 agosto con Mozart e Rubens.

“Il palco riempie gli spazi liberi e ben si abbina alla pista e alla torre astronomica che richiama a Harry Potter, maghetto nato negli anni ’90 e anche per questo abbiamo inserito il decennio che chiude il millennio” aggiunge Castori.

L’obiettivo è divertirsi: “Non ci si dividerà a decenni, ma dopo la mezzanotte ci sarà un mix con una alternanza di brani. Perché anche noi vogliamo divertirci. E non mancherà anche il passaggio con Raffaella Carrà, che non possiamo esimerci di suonare l’ultimo dell’anno”. Apertura dell’anno affidata a un walzer di Strauss per poi dare ritmo al 2018.

Raffaele VItali

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Crolla il tetto su una classe dell'Iti Montani: vigili del fuoco in azione

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.