08182017Ven
Last updateVen, 18 Ago 2017 2pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners
VTEM Banners

Eventi

Un grosso grasso weekend: dal 4 al 6 agosto torna il Fat Fat Fat Festival

fatfat

"Musica nera a 360°, puntando sempre di più alle performance live" sottolinea il direttore artistico Sergio Marchionni.

di Chiara Fermani

Mai ritorno fu tanto gradito viste le numerose presenze nei due giorni della scorsa e prima edizione, di cui moltissime da fuori regione. Oltre 3000 i giovani che hanno raggiunto la Grancia di Sarrocciano, un complesso storico nelle campagne di Corridonia, trasformandola in una sorta di "mecca" della musica elettronica nel cuore delle Marche. E se squadra vincente non si cambia, la crew è sempre quella consolidata dell'Harmonized, ormai una certezza nell'offerta musicale del territorio, anche la location rimane la stessa, ma le novità di questa seconda edizione sono tante a partire dalla durata, un giorno in più. Il Festival, anche quest'anno patrocinato dal Comune di Morrovalle, parte proprio da Piazza Vittorio Emanuele venerdì 4 agosto, con un trittico d'eccezione: Raffaele Costantino, Yussef Kamaal e Fatima, per proseguire nei due giorni successivi nell'affascinante contesto della Grancia con oltre venti grandi nomi della scena internazionale, tra live e dj set. Dopo la line-up e il successo dello scorso anno le aspettative per questa edizione erano molto alte, sia per il pubblico, che sta rispondendo da ogni parte d'europa, sia per gli organizzatori del festival, che quest'anno si è fatto notare dai media di settore e da due big del panorama nazionale: Carhartt Wip e Molinari, main sponsor di quest'anno. Per quanto riguarda la scelta musicale di questa edizione qualità e varietà sono i binari  sui quali viaggia il Fat Fat Fat, "musica nera a 360°, puntando sempre di più alle performance live" come sottolinea il direttore artistico Sergio Marchionni. «Il concept del Festival – spiega Marchionni – mescola insieme ricerca sonora e sperimentazione con la valorizzazione del territorio nel suo unicum costituito da bellezze artistiche, architettoniche e paesaggistiche ed eccellenze alimentari».

Tra gli obiettivi quello di scandagliare e voler far scoprire al proprio pubblico nuove forme di ibridazioni e linguaggi musicali a cavallo tra musica elettronica e macro generi come Soul, Funk, Jazz e Black Music. Ma non solo – conclude Marchionni- lo scopo è quello di voler promuovere e far conoscere la musica elettronica nelle sue mille sfaccettature, creando un segmento turistico giovanile nuovo per il territorio e dal gusto internazionale, sostenibile e in grado di rispondere concretamente al calo turistico determinato dai gravi eventi sismici che hanno colpito il centro Italia e le Marche".

Quest'anno la musica sarà anche il tramite per la solidarietà, grazie al sodalizio stretto con INTERSOS, organizzazione umanitaria italiana in prima linea per soccorrere le vittime di guerre e di disastri naturali. Sul sito del Fat Fat Fat è già attiva una raccolta fondi di donazione libera e spontanea per sostenere il progetto: “Ricostruiamo le persone, i minori al centro della rigenerazione di comunità post-terremoto”, iniziatica che guarda al territorio e a chi ne è il futuro, i bambini. Inoltre grande attenzione è stata rivolta alla scelta dei partner legati al festival, aziende locali operanti nel settore del Food & Wine e selezionate da Slow Food Corridonia e Noi Marche.

Undici gli artisti che si esibiranno nella giornata di sabato 5 a partire dalle ore 17:00, tra i quali spiccano il minimalismo dell’House Music di Detroit con Omar S, Nightmares On Wax, uno tra i piu grandi artisti del trip hop elettronico britannico, alle prese con il djset, Mark The Clive – Lowe, neozelandese innamorato dei suoni del Giappone, in live solo e il jazz psichedelico di Steven Julien aka FunkinEven.

Domenica 6 invece si inizia alle ore 16:00 e saranno in 10 gli artisti ad avvicendarsi nel main stage della Grancia. Ad aprire saranno i padroni di casa dell'Harmonized Sound System (Curl Menghi e Low.e), che hanno già scaldato vari locali in giro per l'italia con le preview del festival. Certamente da non perdere, una delle sorprese di questo FAT FAT FAT Festival 2017, un'inedita e strabiliante collaborazione tra due grandi artisti del panorama clubbing europeo e non solo. Ad incrociare i loro dischi saranno Tama Sumo, storica resident del Panorama Bar, pioniera dell’elettronica berlinese, e Volcovautentica eccellenza italiana in fatto di Soulfull House e Funk. Prima di  loro il live show di Awesome Tapes From Africa, il progetto curato da Brian Shimkovitz che si esibirà utilizzando mixer e registratori a cassette. A chiudere, mister Moodymann, uno dei grandi nomi di questa edizione, considerato fra i più influenti dj e producers della musica elettronica contemporanea.

Noi ci siamo stati lo scorso anno e non vedevamo l'ora di tornarci, quindi ci vediamo al Fat Fat Fat Festival! Per il programma completo e l'ordine di esibizione: www.fatfatfatfestival.it Biglietti in vendita su www.mailticket.it

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Molotov contro i vigili di Fermo, il sindaco: "Chi sa, parli"

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.