07222017Sab
Last updateSab, 22 Lug 2017 4pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners

Eventi

Cosa fare la sera d'estate? Il giovedì non ha alternative: tutti al mercatino di Fermo

bibi presentazione mercatino

Mercatino e Palio dell’Assunta sono le due colonne dell’estate fermana, attorno a cui poi gli assessori, da Francesco Trasatti a Mauro Torresi, costruiscono il programma che coinvolge piazza e costa. Solgas, Carifermo e Comune sono i partner fedeli.

FERMO – E mercatino sia. Per la 35esima volta Fermo affida il suo giovedì a Bibi Iacopini e al ‘Comitato permanente mercatino delle occasioni’. Non solo espositori e bancarelle, ma anche iniziative particolari: una mostra alle piccole cisterne, con gli ‘Amici dell’arte e del collezionismo curatori dell’esposizione che unisce più collezioni incluse quelle del ricamo guidata da Faleri Maria Rita, la Biblioteca con vista che diventa uno spazio vivo, “non abbiamo la sala del Mappamondo ma puntiamo sull’openspace autori, tra giallo e narrativa, che avrà a disposizione la sala grande” spiega la direttrice Leonori.

“Non facile organizzare tutto, ma cerchiamo di rendere attraente e fruibile la città nonostante la maggior parte dei monumenti siano chiusi. Con entusiasmo, fantasia e impegno speriamo di farcela”. Unità è la parola chiave della presidente Daniela Del Bigio. Mercatino e Palio dell’Assunta sono le due colonne dell’estate fermana, attorno a cui poi gli assessori, da Francesco Trasatti a Mauro Torresi, costruiscono il programma che coinvolge piazza e costa. Solgas, Carifermo e Comune sono i partner fedeli.

Oltre alla mostra alle Piccole Cisterne tornano le ‘Storie da biblioteca’ iniziativa regionale che racconta con le foto e la scrittura il mondo dei libri: “Noi – prosegue la direttrice Leonori – puntiamo sulle foto di artisti, da Giocondo Ronconi a Fabrizio Zeppilli”. Immancabile lo spazio ragazzi con Raffaella Ramini che proporrà giochi e letture animate.

Un calendario ricco che inorgoglisce il sindaco Paolo Calcinaro: “Niente concerti d’organo, per le ferite alle chiese, ma la musica non mancherà. Noi siamo convinti che ci sarà il solito boom, anche per i musei che l’anno scorso hanno registrato oltre 600 biglietti staccati fino al sisma del 24 agosto. Ce l’hanno anche imitato il mercatino, ma la nostra forza è proprio nell’unicità e nell’essere il riferimento per manifestazioni che possono solo, anche indirettamente, evocarlo e pubblicizzarlo”.

Bibi Iacopini che con in mano la locandina di 35 anni fa che lanciava la prima edizione dell’Incontro mercato delle occasioni. “Avremo 203 espositori di cui 35 nuovi: 68 settore antiquariato e vintage, 122 artigianato e ingegno. Confermata la parte etnica con 5 espositori, settore che permette di eliminare gli abusivi. Presenti anche diverse associazioni che portano i loro lavori realizzati durante l’anno”.

Confermato il Mercatino dei bambini, con un’associazione locale che garantirà l’animazione. Gli espositori: 31 arrivano da Fermo, gli altri dalla regione e da mezza Italia. “Confermato – spiega Bibi Iacopini- il servizio di linea a pagamento dai campeggi di Marina Palmense verso il mercatino dalle 17.50 a mezzanotte grazie alla Trasfer”. Protagonisti anche i due cortili storici del corso che saranno aperti e ospiteranno le esposizioni di artigiani: dai cappelli alle opere degli ex allievi del Preziotti. “E – conclude Iacopini - dopo tanti anni torna il ‘Madonnaro’ Felice che lavorerà fuori dall’arco”. Manca solo una cosa: il giovedì. Ma per questo basterà aspettare 72 ore.

Raffaele Vitali

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Il ritorno in vita della caretta caretta

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.