Eventi

Torre di Palme. Tutto pronto per Shabby al Borgo, intervista all'ideatrice Francesca Iori

shabbyfrancesca

Seconda edizione del festival che attira appassionati da mezza Italia.

di Cristina Donati 

FERMO - Appuntamento 8 e 9 luglio a Torre di Palme per vivere una favola romantica, fatta di creatività e artigianato artistico di altissimo livello.

Un laboratorio a Fermo, pieno di mobili in restauro, vernici e pennelli. È nel suo regno "La bottega del tarlo" che Francesca ci racconta il ritorno della manifestazione che già lo scorso anno aveva portato a Torre di Palme il pubblico delle grandi occasioni, tra curiosi e addetti al settore.

Francesca, quali sono i numeri di quest'anno? E da dove provengono gli espositori?

Mi sono arrivate oltre 200 candidature, per cui la selezione degli espositori è stata davvero dura e volta ad alzare il livello. Oltre ad un criterio di merito, ho deciso di prediligere artigiani provenienti da tutte le parti d'Italia, dando ai visitatori un'occasione unica nel territorio per vedere ed apprezzare le loro creazioni. Avremo quindi espositori provenienti da Vicenza, Como, Milano, Roma, Frosinone, Taranto, Potenza, Bari, Ancona, Pisa.

Come sarà allestito il borgo di Torre di Palme e cosa possono aspettarsi i visitatori che decideranno di visitarlo?

Il numero di espositori è praticamente raddoppiato dallo scorso anno, da 25 a 45. Il borgo sarà addobbato in stile shabby e in maniera ancor più ricca, tra bancarelle e corsi per imparare cucito creativo, creazione collante, country painting, pittura e decoro, pittura su tela... (per i corsi è necessario prenotarsi tramite il sito http://shabbyalborgo.it/corsi/).  Tra le novità di quest'anno ci saranno uno spazio dedicato ai corsi per i bambini (grazie alla collaborazione con l'Associazione Tutti a bordo) e un angolo snack shabbosissimo, con tanto di balle di fieno, a cura di Gianluca Leoni. All'ingresso sarà disponibile una piantina degli espositori e sono certa che di sera l'atmosfera sarà davvero magica, grazie ad una illuminazione realizzata con oltre 300 lanterne...tutti al lume di candela!

Shabby ormai è uno stile affermato nel design di interni, come nasce la sua idea di proporre questa manifestazione che unisce gli appassionati del e perché la scelta di Torre di Palme?

Mi sono svegliata un giorno con l'idea di come fosse possibile organizzare un "rave dello shabby", dato che nel centro Italia non c'è nulla di simile per riunire gli appassionati del settore. La scelta di Torre di Palme è stata per me quasi ovvia vista l'atmosfera magica del borgo e la collaborazione dell'Amministrazione comunale che ha sostenuto l'organizzazione dell'evento. Consiglio a tutti di non arrivare fino al borgo per cercare parcheggio, dato che da Marina Palmense ci sarà il servizio di trenino dalle 11 e nel pomeriggio due navette gratuite. Per chi arrivasse in pullman o dall'autostrada, abbiamo organizzato anche un servizio navetta che partirà di fronte alla chiesa di S.Anna, all'uscita del casello della A14. Viviamo in una regione ricca di borghi antichi, ed essendo orgogliosa di essere marchigiana, per me è anche una bella opportunità per far conoscere e crescere il nostro territorio, dove tra l'altro è nata la mia vernice Color Chic Shabby.

Quindi oltre che organizzatrice sarà anche espositrice?

Si, porterò le mie vernici ad altissima copertura, che permettono di recuperare mobili senza dover carteggiare e senza dare il fondo. Essendo impegnatissima nell'organizzazione, quest'anno ho scelto di far tenere i corsi ad una testimonial d'eccezione, la romana Laura Cappiello, amministratrice di un gruppo shabby con oltre18.000 persone, che ha sempre riconosciuto la qualità del mio lavoro e che eccezionalmente ha deciso di partecipare ad un evento come questo.

Tra tutti gli espositori presenti quale ci segnala come particolarmente curioso?

Ci sono tantissime cose interessanti, ma sicuramente unica nel suo genere un'azienda agricola che propone i gioielli d'aceto, bottigliette decorate in stile shabby del condimento casalingo da utilizzare poi in cucina e come profumo.

Chi collabora con lei nella realizzazione di questo evento che si prefigge l'obiettivo di bissare l'indubbio successo della prima edizione?

In prima linea le mie socie Saveria e Serena, con la quale ho fondato l'Associazione A...mano, poi mio marito Giacomo, i miei amici Gloria, Cristina, William (con cui ho condiviso la mia ultima diretta web), la mia famiglia e tutte quelle persone che si sono rese disponibili a darci il loro aiuto.

Ed infine...visto che è un vulcano di idee...vuole raccontarci quale è il tuo sogno per il futuro?

Un obiettivo ambizioso certamente è quello di rendere la manifestazione Shabby al Borgo itinerante, portando il format in tutte le regioni italiane e perché no, anche oltre i confini. La creatività rende felici ed è un ottimo motivo per esportarla!

Artigianato artistico, atmosfera magica, corsi per imparare e tanto entusiasmo, gli ingredienti ci sono tutti per colorare Torre di Palme nei giorni 8 e 9 luglio a partire dalle 11.