11252017Sab
Last updateVen, 24 Nov 2017 7pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners

Eventi

Altidona per tre giorni capitale del blues: "La musica suona più forte del terremoto"

Manifesto

Linda Valori e un gruppo da Londra le guest stars di una tre giorni di alto livello dal 29 aprile al primo maggio.

ALTIDONA -  E dopo la polenta, la musica. Rigorosamente festival solo nazionali per Altidona. Sarà un fine settimana da ballare quello della cittadina fermana che ospita al ‘Parco dei ponti’ il primo Raduno Blues nazionale per il Centro Italia.

“Non solo sarà un’occasione importante di accendere i riflettori sul nostro territorio ma anche per sensibilizzare sull’esigenza di socializzazione delle zone colpite dal sisma che, oltre alla ricostruzione degli edifici, hanno bisogno di ricostruire anche l’identità culturale. Infatti, insieme a un dibattito dedicato il 30 aprile “Oltre il Sisma – Esperienze positive per la ricostruzione del turismo sui Sibillini”, l’evento sarà anche un modo per veicolare e valorizzare i prodotti tipici enogastronomici del nostro territorio, si potrà degustare la polenta altidonese o i maccheroncini di Campofilone e i vini locali ma anche acquistarli nei mercatini allestiti durante le tre giornate” spiega il sindaco di Altidona, Enrico Lanciotti.

La Regione Marche ha sposato subito l’iniziativa: “Nonostante gli eventi sismici questi territori stanno dimostrando una determinazione al recupero della normalità che ci inorgoglisce. Iniziative come questa che mettono in connessione le aree colpite con manifestazioni di elevata qualità non può che farci ben sperare per il rilancio culturale e turistico dei territori” commenta l’assessore Moreno Pieroni.

La manifestazione è organizzata dal Comune di Altidona, Proloco di Altidona, Leart Culture con l’importante collaborazione dell’Italian Blues Union. “A livello europeo – ha sottolineato Vittorio Ciarrocchi dell’associazione Leart Culture - l’Italia è seconda in Europa nell’ascolto della musica blues. Il mondo blues è molto sensibile all’aspetto solidale e soprattutto verso questi territori colpiti per animare tre giorni e richiamare ancora attenzione sui disagi che stanno vivendo le popolazioni”. Sedici le formazioni che saliranno sul palco da ogni angolo d’Italia e perfino da Londra

@raffaelevitali

Questo il programma.

29 Aprile:

MARCO BELARDINELLI BAND (Pesaro)

MARTIN’S GUMBO BLUES BAND (Perugia)

TERMINA VV (Roma)

Guest stars: LUCIANO FEDERICHI, VINCENZO BARATTIN, ALBERTO MARSICO, MAURIZIO PUGNO

Guest star: LINDA VALORI

30 aprile:

PIETRO FRISANI BAND (Roma)

BREAKIN’ BLUES UNPLUGGED (Gubbio)

AMERICAN VINTAGE (Altidona)

TARCUS HOWLIN’ WIND BLUES QUARTET (Castel S. Pietro Romano)

DELUXE 407 (Potenza)

THE BIG BLUE HOUSE (Torrita – SI)

LITTLE BLUE SLIM (Corciano – PG)

Guest star: REUBEN RICHARDS AND BAND (Gran Bretagna)

Guest star: FRANCESCO PIU BAND (Sassari)

1 maggio:

FIAT BANDA (Civitanova Marche)

GIACOMO MARIANI (Cerasa – PS)

MAX MONTY (Monte Urano)

L’ingresso agli spettacoli è gratuito.

Gli eventi collaterali:

Il 30 aprile presso la sala Joyce Lussu di Marina di Altidona, a partire dalle ore 10:30, l’incontro-dibattito dal titolo “Oltre il Sisma – Esperienze positive per la ricostruzione del turismo sui Sibillini”. Al dibattito parteciperanno anche i  rappresentanti di Legambiente Marche; Ecomuseo della Valle dell’Aso; Associazione Epicentro; Compagnia dei Folli; Associazione Con in faccia un po’ di Sole”;Associazione Qualità Valdaso; Comuni e Unioni montane del cratere

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Terremoto, un anno dopo ho i corpi davanti agli occhi

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.