06292017Gio
Last updateMer, 28 Giu 2017 2pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners

Eventi

Dall'arte al cibo: il weekend a Porto San Giorgio è tutto street, musica compresa

IMG 1684

Il sistema non cambia: si cambiano soldi e si paga in lira. “Così le facciamo scoprire anche ai giovani che non hanno mai visto la vecchia moneta” spiega Benito Mistichelli.

PORTO SAN GIORGIO – Panini gourmet con Noatri, un primo da chef con il Timone, bombette pugliesi, olive De Carlonis e birre artigianali, inclusa la locale Mukeller. “Confermati i truck di un anno fa, tolti quelli che non si adeguarono alle regole”. La chicca è Carciò, un truck che fa carciofi in tutti i tipi. Tornano lo gnocco fritto e la carne argentina che ben si abbinerà al gelato di Ghiaccio Bollente, altro sangiorgese voglioso di partecipare tra le prelibatezze italiane.

Quattro appuntamenti musicali di supporto agli ambulanti. Si parte giovedì con i Tamburlà, venerdì musica latina e sabato spazio ai ritmi balcanici. “L’anno scorso pianificammo uscite straordinarie della San Giorgio Distribuzione alle 23.30 per l’enorme afflusso di persone, quest’anno anche su questo abbiamo fatto una programmazione più funzionale” spiega l’assessore Catia Ciabattoni

Pro Loco in festa. Magica Notte, Street Food sono riferimenti della programmazione di Porto San Giorgio “e lo saranno anche durante questa estate, a prescindere da chi vincerò, perché l’estate la promuoviamo, dobbiamo programmare, non si può lasciare una città senza accoglienza” prosegue la Ciabattoni.

Il sistema non cambia: si cambiano soldi e si paga in lira. “Così le facciamo scoprire anche ai giovani che non hanno mai visto la vecchia moneta” spiega Benito Mistichelli. Non manca la street art in collaborazione con le ferrovie dello stato che forniscono il materiale per i graffiti. L'artista, Francesco Valeri, è lo stesso che ha dipinto il muro del mercato coperto e che durante il weekend abbellirà il sottopassaggio della stazione e i muri di quello di via Oberdan.

“Potevamo metterne tanti di più di trucker, ma questo è il numero che gestiamo al meglio”. Un anno fa 70mila persone, quest’anno vogliamo crescere e siamo certi che “tutti troveranno da mangiare”. Alla fine 20 truck e 4 gazebo. I tavoli ci saranno, più casse, due bagni da usare, quello del mercato coperto e quello del palazzo del turismo. 

“Noi portiamo lo street food, ma – conclude Mistichelli – è tutta Porto San Giorgio che lavora. Le critiche di un anno fa sono diventati applausi. Abbiamo portato lavoro a tutti”. E l’attenzione al commercio locale è d’obbligo: “Dopo mesi difficili, i nostri commercianti vanno sostenuti. E lo facciamo con eccellenze culinarie, ma portando le persone proprio nel cuore della città” conclude l’assessore Ciabattoni

Chiara Morini 

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Loira ricorda il carabiniere Beni

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.