06282017Mer
Last updateMar, 27 Giu 2017 6pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners

Eventi

Cenerentola conclude la settimana rossiniana di Pesaro

Cenerentola 2

Domani sera, alle 20.30, si alza il sipario dello spettacolo al Teatro Rossini.

PESARO - Martedì 28 febbraio alle 20.30 al Teatro Rossini La Cenerentola diretta da Manlio Benzi chiuderà “Una grazia, un certo incanto. Pesaro per il 200 anni della Cenerentola e il non compleanno di Rossini”, tappa del progetto Celebrazioni Centenari Rossiniani che nasce su iniziativa del Comune di Pesaro con la Regione Marche, il Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo e l’AMAT dalla volontà di mantenere viva la memoria di Rossini attraverso le sue opere. L’evento, in forma di concerto, è organizzato da Conservatorio Rossini, Accademia Rossiniana del Rossini Opera Festival, Comitato Nazionale per la Celebrazione dei Centenari Rossiniani, Comune di Pesaro, AMAT e Fondazione Rossini.

Il Maestro Zedda, che ha dedicato gran parte della sua vita agli studi rossiniani e ha lui stesso curato l’Edizione critica dell’opera, di cui ricorre anche il bicentenario della prima esecuzione (tenutasi il 25 gennaio 1817 al Teatro Valle di Roma), ha ideato il progetto di un’esecuzione concertante del capolavoro rossiniano nell’ambito di un più ampio programma di attività dedicate ai giovani artisti. Per il ritardo nel recupero di un recente e imprevisto intervento chirurgico, ha tuttavia deciso di rinunciare alla direzione de La Cenerentola. Lo spettacolo, in forma di concerto, sarà affidato al Maestro Manlio Benzi, docente del Conservatorio Rossini.

Nello spirito del lavoro didattico svolto da Zedda a favore dei giovani artisti, nella compagnia di canto figurano talenti tra i più brillanti usciti delle ultime edizioni dell’Accademia Rossiniana del Rossini Opera Festival: Aurora Faggioli (Cenerentola), Xabier Anduaga (Don Ramiro), Maharram Huseynov (Dandini), Pablo Ruiz (Don Magnifico), Shuxin Li (Alidoro). Al loro fianco, alcuni dei migliori allievi delle classi di Canto del Conservatorio Rossini: Holly Czolacz (Clorinda) e Elisa Caldarazzo (Tisbe). Il Maestro Benzi dirigerà Orchestra e Coro del Conservatorio Rossini.

L’Accademia Rossiniana è un seminario di studio sui problemi della interpretazione rossiniana, attivo nel Festival dal 1989 sotto la direzione carismatica di Alberto Zedda. Non si tratta di una scuola di perfezionamento del canto, ma di un seminario dove si apprendono  mentalità, cultura, stile del belcantismo e si coltivano gli strumenti idonei per una sua moderna restituzione. L’Accademia è nata anche con l’intento di formare professionisti in linea coi tempi, disposti a mettere sullo stesso piano le esigenze vocali e quelle filologiche, musicologiche, visive, gestuali pretese da spettacoli lirici sempre più ambiziosi, destinati anche al vasto pubblico mediatico. In un quarto di secolo è uscita dall’Accademia una vera falange di freschi talenti vocali che oggi frequentano i teatri di tutto il mondo, diffondendo un approccio a Rossini peculiare e riconoscibile.

Info e biglietteria (biglietti da euro 7,50 a euro 27): Teatro Rossini 0721 387620/1.

Foto Ammazzalorso

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Loira ricorda il carabiniere Beni

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.