09222019Dom
Last updateSab, 21 Set 2019 6pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners

Eventi

Il sorriso di Gaia Foglini non basta: miss Italia ha gli occhi verdi di Carolina

missitaliacarolina

Ci ha provato Gaia Foglini a seguire la strada della Maggiorana e dopo aver superato la prima fase, entrando tra le migliori 40.

FERMO – Quegli occhi verdi ne faranno di strada. Non ce l’hanno fatta invece i ricci di Gaia Foglini, miss sorriso Marche made in Fermo, a convincere il pubblico, incantato alla fine da Carolina Stramare. La miss ‘ripescata’, voluta con forza da chi il concorso lo ha vinto negli ultimi 80 anni. Che beffa per le due finaliste che erano sul palco pronte a giocarsela uno contro uno quando è arrivata la decisione di Caterina Balivo&co, tra cui la veterana a Gina Lollobrigida: la numero 3 torna in gara.

Chissà se lo sapevano Sevmi Fernando e Serena Petralia, che l’ultima volta che era accaduto, nel lontano 2008, sul palco tornò Miriam Leone, forse la più bella miss di tutti i tempi, non presente nella super giuria delle ex fasce tricolore. Se il destino non sarà beffardo, la neo miss Italia, fino a ieri miss Lombardia, ha il futuro spianato. Tra  l'altro è già una reginetta anche sui social, con decinne di migliaia di followers.

Certo, non sarà facile per lei far dimenticare Carlotta Maggiorana. Che magari per bellezza non era irraggiungibile, ma la sua serenità, il suo sorridere sincero l’ha fatta diventare una di noi. Soprattutto nelle Marche. Non le è riuscito il miracolo, far ripartire la ricostruzione post sisma di cui ha parlato appena eletta, ma non ha mi smesso di parlare della sua regione, del territorio che le ha permesso di crescere bella e tutt’altro che leggera.

Ci ha provato Gaia Foglini a seguire la strada della Maggiorana e dopo aver superato la prima fase, entrando tra le migliori 40 si è dovuta arrendere al televoto, che già aveva colpito la maceratese Gabrielli, che forse si era eliminata da sola dichiarando a poche ore “sono qui per gioco”. E si sa, a miss Italia invece tutti ci credono.

Ci sarà un’81esima edizione? Come sempre le critiche non sono mancate, soprattutto da parte del mondo benpensante che ritiene svilente questo sfilare, con momenti che cercano di dare contenuti. Ma a decidere sarà il pubblico, saranno gli sponsor, sarà l’impatto che gli occhi verdi della amazzone che ama nuotare avrà sui cittadini italiani. Una cosa è certa, una finale che termina all'1.30 di notte dimostra che la Rai, tornata a ospitare il concorso dopo sei anni, non ha ancora capito che il mondo è cambiato e i tempi devono essere diversi.

r.vit.

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Pettinari: la mafia si combatte con piccoli gesti

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.