06202019Gio
Last updateGio, 20 Giu 2019 10am

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners

Eventi

Europa e integrazione tra i colori di Gandarias: la cripta del duomo si apre per Mus-e

gernika5

Giovedì e venerdì il presidente di Mus-E Spagna sarà a Fermo e parteciperà a un incontro sull’Europa, avendo guidato il parlamento europeo, con gli alunni del liceo Artistico. "Mus-e si conferma uno stimolo e un partner affidabile".

FERMO - Enrico Paniccià colpisce ancora e con Mus-E cresce il legame con la Spagna. “Il progetto Erasmus Plus ci ha messo in contatto con Fime, la nostra alterego spagnola. Una grande esperienza che ora speriamo di bissare, avendo presentato un nuovo progetto” introduce Carlo Pagliacci. Durante l’ultimo incontro è nata l’ipotesi di ospitare la mostra di Sofia Gandarias, artista morta nel 2016. “Lei ha interpretato a suo modo Guernica (Gernika in basco) e il mondo dei Paesi Baschi”. Moglie di Enrique Baron Crespo, presidente di Mus-E Spagna (Fyme), ha esposto a Firenze e Roma. Ora Fermo, scelta anche per la bellezza della cripta della cattedrale che verrà aperta per la prima volta a una esposizione d’arte.

In mostra ci saranno un trittico imponente e alcuni bozzetti con cui la Gandarias ha interpretato la guerra civile spagnola. Oltre a questo u volumetto accompagnerà la mostra con una serie di contributi dall’arcivescovo al sindaco passando al mondo della Spagna aperta e solidale. Francesco Trasatti torna al viaggio che ha fatto incontrare Fermo e Fuenlabrada. “Da un viaggio nuovi progetti. Baron Crespo ci ha dato una dimensione spirituale e sociale di forte aiuto. Erasmus Plus nasce per scambiare buone pratiche, l’interazione cresce giorno dopo giorno”.

Giovedì e venerdì il presidente di Mus-E Spagna sarà a Fermo e parteciperà a un incontro sull’Europa, avendo guidato il parlamento europeo, con gli alunni del liceo Artistico. Mus-e si conferma uno stimolo e un partner affidabile. Alma Monaldi, direttrice museo diocesano, non ha avuto dubbi: “Ci siamo resi subito disponibili ad accogliere l’opera nella cripta. Abbiamo colto subito la spiritualità dell’opera, della capacità comunicativa che poteva interessare i nostri fedeli. Per la prima volta la cripta viene usata a fini espositivi, essendo destinata all’esercizio del culto. L’arcivescovo è stato molto contento di contribuire a questo progetto offrendo la cattedrale. Tra l’altro le opere sono esposte nel periodo pasquale, quindi la visibilità sarà grande. L’ingresso è direttamente dal duomo”.

Enrico Paniccià è il presidente di Mus-e del Fermano: “Sono orgoglioso di questa mostra. Risultato di tanti anni di lavoro. Sono dieci anni che ci impegniamo e siamo riusciti aa dare un taglio internazionale al territorio. Mus-E ha sedi in Italia, sedi in Europa e tutto è parte di una rete internazionale che ci dà la forza di essere un’associazione autorevole, capace di avviare laboratori uniformi. Stringere il rapporto con Baron Crespo ci ha dato questa opportunità. La sensibilità dell’amministrazione e in particolare dell’assessore Trasatti. Abbiamo al centro della nostra attenzione i bambini, ne abbiamo coinvolti 422. Dopo 10 anni di supporto gratuito, questo è un nuovo tassello.  Contenti dei risultati e di questa mostra a Fermo e su un tema interessante ma anche triste, Guernica e bombardamento”. Il messaggio finale di Paniccià è legato all’attualità: “Le differenze come valore aggiunto e diversità. Parliamo troppo di individualismo, noi vogliamo mettere prima gli altri e i bambini, poi tutto il resto”.

Per riuscirci l’imprenditore ha saputo coinvolgere amici e sensibilità differenti: “Ogni classe costa circa tremila euro. Doveva crescere per forza la rete. All’inizio ci siamo affidati alla raccolta singola per progetti triennali, negli ultimi anni ci sono sempre i contributi fissi, ma anche la possibilità di raccogliere fondi attraverso eventi, dalle cene agli spettacoli teatrali, grazie alla sensibilità degli artisti”. L’ultimo esempio è in arrivo: “Lo spettacolo di Geppi Cucciari avrà come fine per il ricavato proprio Mus-E. Questo perché l’amministrazione è sensibile e quando la volontà del pubblico e del privato si trovano su temi importanti si riesce. ‘Non si trovano i soldi per…’ è una frase falsa: progetti validi e amministratori capaci riescono. Non mettere in prima persona l’io ma la collettività. È il mio obiettivo anche come imprenditore” conclude. 

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Pettinari: la mafia si combatte con piccoli gesti

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.