10182019Ven
Last updateVen, 18 Ott 2019 6am

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners

Eventi

Un pomeriggio tra libri e teatro. La regista Venturini alla Rollina con 'Lupo mangia cane'

venturini

Termina oggi pomeriggio l'edizione di FermoNoir curata da Carlo Pagliacci.

FERMO - Ultimo appuntamento per FermoNoir, con una scrittrice d’eccezione: Nora Venturini. Regista teatrale, sceneggiatrice di fortunate serie tv e tv movie per Rai e Mediaset, ha esordito nella narrativa con “L’ora di punta” (Mondadori, 2017) dando vita alla tassista detective Debora Camilli. “Lupo mangia cane” è il suo secondo libro, edito sempre da Mondadori, di nuovo con protagonista la giovane Debora, ragazza romana, di mestiere tassista ma con uno spiccato acume per l’indagine investigativa a cui sembra non poter rinunciare. Di questa nuova avventura editoriale si parlerà oggi, alle 18.30, alla Rollina del Teatro dell’Aquila, alla presenza dell’autrice. Interverrà anche l’attore Giulio Scarpati, a Fermo per la prima nazionale del “Misantropo” di Moliere di cui la Venturini è regista, che leggerà alcuni brani del romanzo.

«Una storia intensa, piena di ritmo, con un filo conduttore legato al tema dell’immigrazione, sapientemente riassunto nel titolo “Lupo mangia cane”» – sottolinea Carlo Pagliacci, ideatore del festival FermoNoir. “A volte si agisce per necessità, non per scelta, questo sembra essere il messaggio che la Venturini lancia con questo romanzo. E lo fa lasciandoci un po’ di amaro in bocca…” Un libro interessante, dove l’autrice non fa mancare, a volte, il suo punto di vista, e la sua visione delle cose al femminile. “Un appuntamento che conclude degnamente il festival che, ricordiamo, ha ospitato per questa edizione ben 8 autori in diversi incontri e una riuscitissima cena con delitto a tema western che rappresenta un po’ il marchio di fabbrica di questa manifestazione”

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

L'Europa finanzia un centro ricerche sui Sibillini

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.