07172019Mer
Last updateMer, 17 Lug 2019 11am

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners
VTEM Banners

Eventi

Il fratino ha un nuovo amico: Jovanotti. Il #Jovabeach spostato da luglio al 3 agosto. La Lipu: 'Sarà già volato via, Lorenzo ci ha ascoltato'

fratinojova

L'associazione che difende i uccelli: La data inizialmente prevista era al 20 luglio. In seguito alle nostre richieste, di cui il sindaco si è sempre fatto portavoce presso l’agenzia organizzatrice, la nuova data è stata individuata dapprima nel 31 luglio e poi nel 3 agosto.

di Raffaele Vitali

FERMO – Il fratino da oggi è un po' meno solo. “Le zone anche dopo la nidificazione e l’abbandono stagionale dell’uccelli saranno isolate nei punti sensibili. È importante che io scriva qui di nuovo che a monte del progetto #Jovabeach c’è la volontà di renderlo compatibile con gli equilibri ambientali, anzi di più”. Lorenzo Cherubini, in arte Jovanotti, spegne sul nascere ogni possibile polemica dopo che è emerso che la spiaggia scelta per il concerto del 3 agosto a Lido di Fermo è quella dove nidifica il fratino. Che altro non è che un uccellino raro che sceglie con cura il suo luogo ideale e che da anni ha nel tratto di Casabianca la sua casa. A riprova di quanto il progetto di Jovanotti abbia controllato ogni dettaglio, c’è la nota della Lipu, solitamente non parca di critiche e attacchi quando si fanno iniziative in zone in cui ci sono specie a rischio, e che invece in questo caso promuove ‘con riserva’ il cantante che ama la natura e gli angoli sperduti del mondo.

“L’evento fermano – sottolinea la Lipu - è stato fissato definitivamente al 3 agosto, mentre la data inizialmente prevista era al 20 luglio. In seguito alle nostre richieste, di cui il sindaco si è sempre fatto portavoce presso l’agenzia organizzatrice, la nuova data è stata individuata dapprima nel 31 luglio e quindi, definitivamente, nel 3 agosto. Il calendario non è un dato secondario nella biologia animale e questo aspetto non è irrilevante per formarsi una opinione sul problema da un punto di vista naturalistico. Il periodo di nidificazione e involo del Fratino (che noi proteggiamo, a Fermo e in varie parti d’Italia, assieme ai volontari del Progetto Life Choose Nature) va dai primi di febbraio fino a maggio/giugno e luglio. Sulla base di ciò possiamo pensare che agli inizi di agosto i piccoli siano già autonomi ed in grado di seguire i genitori in altri luoghi. Luglio tuttavia è un periodo ancora critico e certamente lo sarebbe stato il giorno 20. Siamo dunque lieti di aver registrato la disponibilità dell’agenzia, e quindi dell’artista stesso, a considerare le nostre osservazioni e, almeno per gli aspetti della tempistica, accoglierle”. L’ultima parola è il punto, infatti la Lipu aveva chiesto anche di spostare completamente il tour da quell’area, ma “se per il se e il dove non siamo stati ascoltati, sul quando abbiamo avuto pieno riscontro”.

Ora, la speranza è proprio nelle parole di Jovanotti, rilanciate anche via Instagram: “Grazie al lavoro insieme a Wwfitalia l’intenzione è quella di dare vita a una festa che sia anche un modo per sperimentare una via innovativa per vivere gli spazi. Tutto sarà fatto per esplorare la possibilità di unire la festa vera a una visione del futuro. Senza nessun tono eroico o altro credo solo che #jovabeachparty possa essere una vera figata solo se progettato tenendo conto di questi aspetti fondamentali senza i quali oggi è impensabile il presente, e il futuro al quale poter aspirare”.

Tornando al fratino, il cantante conclude: “Vorrei dire a chi è giustamente preoccupato per il fratino che anche io lo sono e nelle settimane in cui Tridente ha definito dove ci sarà il #jovabeachparty si sono incontrati con LIPU (lega Italia protezione uccelli) e continueranno a stare in contatto”. E la Lipu aggiunge: “Non sfugge a nessuno che portare decine migliaia di persone e migliaia di watt in un’area ecologicamente delicata, in cui vive e si riproduce, e da noi persino sverna, una specie protetta sia un’operazione impropria e - come minimo - molto pericolosa per la natura dei siti. In virtù di questa considerazione essenziale, valida come partenza per ogni discorso, l’amministrazione comunale ha informato la Lipu e avviato un confronto positivo, che ha successivamente coinvolto anche l’agenzia Trident, organizzatrice degli eventi. Di questo, certamente ringraziamo il sindaco Calcinaro. E’ una buona cosa. Abbiamo anche notato tutti come Jovanotti abbia più volte ripetuto, sia nella conferenza stampa sia da ospite alla trasmissione della Rai “Che tempo che fa”, che è loro intenzione lasciare le spiagge meglio di come le troveranno, sebbene questa considerazione sia stata finora limitata alla sola “pulizia” nel senso tradizionale del concetto, cioè un problema il cui rimedio è tutto sommato, almeno in teoria, abbastanza facile. Un po’ meno immediata è invece la consapevolezza che anche irrompere in quel modo in un’area ecologicamente delicata è una cosa intrinsecamente errata e da gestire con molta attenzione e sensibilità. Ed è proprio per questo che la Lipu nazionale ha già inviato nei giorni scorsi una lettera a Jovanotti per “presentargli” il Fratino, e chiedergli di prestare la massima attenzione a non disturbare la sua biologia e i vari siti in cui verranno realizzati i concerti”. Il dialogo è aperto, Jovanotti è a disposizione, il sindaco fa da garante, la Lipu collabora: il fratino è davvero in buone mani.

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Pettinari: la mafia si combatte con piccoli gesti

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.