07172019Mer
Last updateMer, 17 Lug 2019 11am

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners
VTEM Banners

Eventi

La brochure più bella per il magico Natale di Fermo che unisce feste e solidarietà. Torresi: 'Tutto da vivere'

Natale 5
nataguida

Il Natale deve essere per tutti, anche per le famiglie che non hanno diponibilità economica. A questo lavora l’assessore Giampieri.

di Raffaele Vitali

FERMO – Si dovrebbe parlare solo della brochure di Natale di Fermo, stampata in 5mila copie. Difficile trovarne una più bella, con il volto dorato di Scrooge. E se a questo si aggiunge il contenuto, chi sceglierà il capoluogo della piccola provincia vivrà davvero un periodo magico. Grazie anche ai tanti presepi che riempiranno la città. Si intreccia la parte ludica a quella solidale nel programma allestito dagli assessori Francesco Trasatti, Mauro Torresi e Mirco Giampieri. Si comincia l’8 dicembre con la fiera, che vedrà 70 ambulanti e una cinquantina di hobbisti gestiti da Maurizio Orso. “Raggiungeremo le 150 bancarelle, è un record e questo significa che Fermo attira” esordisce Torresi. “Vicino a noi le città puntano sui parcheggi gratuiti, ma ricordo che a Fermo la domenica non si pagano da sempre e l’8 è un festivo, per cui questo fine settimana è ancora più attrattivo”.

L’8 è davvero ricco di iniziative, non solo la fiera, visto che alle 1730 la contrada Campolege riapre per il 25esimo anno la Casa di Babbo Natale, che torna nel suo affascinante tunnel. “Da un mese siamo tutti impegnati come contrada – sottolinea Marcello Giuliano – per creare un’attrattiva che supera i confini comunali. Luci ed effetti speciali la renderanno unica e sarà aperta fino al 6 gennaio”.

A seguire, alle 21, ecco Cuore Matto, il musical sugli anni ’60, organizzato dall’associazione Disordine Oltreilteatro guidato da Giuseppe Lupoli e Cristina Donati, che è anche la tesoriera dell'Avis. “Uno spettacolo che ripercorre la storia della musica, sarà difficile restare fermi sulle poltrone. Una storia che parla di amore scritta da Carla Rossetti”. Uno show che è una beneficienza nella beneficienza: “L’associazione ha un aspetto teatrale, ma in particolare umano su una trentina di ragazzi. Il disordine parte dalla loro inquietudine per farla diventare ordine grazie all’impegno e al sacrificio che si completa nello spettacolo teatrale”. Il tutto mantenendo l’ottica del dono, che si lega in questa occasione all’Avis comunale. “Lo sconto per i donatori è di due euro sulla biglietteria, un modo per coinvolgere le famiglie che si impegnano. Siamo felici che una parte dell’incasso sia devoluto all’Avis, ma soprattutto lo siamo perché questa idea è uscita da un’associazione giovanile. Il sangue serve sempre, sapere che vengano coinvolti i volti del futuro ci rende felici. La musica sarà degli anni ’60, ma i giovani in sala saranno tantissimi e il messaggio di donare come dovere civico crescerà in ognuno”.

Il Natale deve essere per tutti, anche per le famiglie che non hanno diponibilità economica. A questo lavora l’assessore Giampieri: “Le associazioni ci aiutano in questo e il 14 dicembre, grazie alla Cna, ci sarà un bellissimo concerto al teatro dell’Aquila con una parte del ricavato destinato ai servizi sociali e così tutti avranno il loro 25 dicembre di gioia. A questo abbiamo associazioni che hanno fornito delle card per le spese che verranno gestite dai servizi sociali. E poi spazio ai bambini, con 15mila biglietti di sconti che distribuiamo nelle scuole e nella città”. Il 14 sale quindi sul palco per le ‘Note di solidarietà’ la cantante Laura Avanzolini e le magie di Bacharach per una Christmas Night. “E questo grazie alla Cna, che è una associazione sempre presente, che ci supporta, che si confronta e che è sempre disponibile. Un’associazione che fa proposte non richieste e sempre convincenti”. Incassa i complimenti Paio Silenzi, presidente degli artigiani fermani: “Noi abbiamo come mission la promozione del tessuto economico del territorio, trovare un’amministrazione che cerca la sinergia aiuta. La prima edizione delle ‘Note di Solidarietà’ ha permesso di contribuire alla ricostruzione del teatro Europa di amandola, quest’anno abbiamo scelto di aiutare i nuclei familiari in difficoltà. Acquisteremo delle card che consegneremo durante la serata ai servizi sociali. L’obiettivo è riempire i 380 posti, il biglietto costa solo dieci euro, a disposizione. Chi parteciperà vivrà un paio d’ore di meraviglia e aiuterà chi ha bisogno”. E che Natale sia.

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Pettinari: la mafia si combatte con piccoli gesti

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.