09232018Dom
Last updateSab, 22 Set 2018 9pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners

La nuova vita della Sala degli Artisti: Cardarelli è il gestore. 'Cinema d'essai, aperitvi il giovedì e novità'

cardarellionair

Ma non solo, agli Artisti ci saranno gli aperifilm. “Abbiamo firmato un accordo anche con Slow Food Marche per realizzare iniziative una volta al mese con aziende aderenti all’associazione”.

di Raffaele Vitali

FERMO – Il sognatore sta diventando grande. E così Andrea Cardarelli, l’uomo che ha riportato il cinema a Capodarco, che ha ridato vita al Cicconi di Sant’Elpidio, che organizza festival estivi, che cerca con il suo estro di far vivere ogni angolo non commerciale del territorio, ha fatto la scelta più importante. “Ho comprato le quote di gestione della Sala degli Artisti”. Il gioiellino nel cuore di Fermo, la sala che è considerata tra le migliori per il cinema d’essai in Italia, da oggi è in mano al Circolo Metropolis.

Dopo una decina d’anni di gestione la Maxman Coop, che era subentrata a Desideri, lascia il posto a Cardarelli e al suo staff: “Prendo in mano una struttura che funziona molto bene, che ha un pubblico importante, grazie agli anni di ottima programmazione. La mia sfida è farla crescere ancora”. Facile immaginare iniziative innovative e ibride per avvicinare sempre più persone. Struttura comunale, con gestione a bando che scade nel dicembre 2019. “In più – spiega Cardarelli, visibilmente emozionato - ho comprato proiettore digitale, schermo, tutta la struttura”.

La Sala degli Artisti non cambia la sua vocazione: il miglior cinema d’essai, facendo parte anche del circuito europeo. “La tecnologia a disposizione mi permette di fare anche film che a Capodarco non potevo, avendo il digitale. Per questo potrei proiettare anche film da cassetta, commerciali, ma senza mai snaturare il luogo”. Un primo sogno è il film sui Queen, della Fox: “MI piacerebbe averlo, magari abbinandoci un evento musicale, con un gruppo live prima del film. Questo sarebbe uno stimolo per la grande casa di produzione a scegliere noi piccoli”.

Ma non solo, agli Artisti ci saranno gli aperifilm. “Abbiamo firmato un accordo anche con Slow Food Marche per realizzare iniziative una volta al mese con aziende aderenti all’associazione”. E il tutto senza mai perdere il collegamento con Capodarco. “creeremo una rete tra Artisti, Capodarco e Cicconi Cicconi di Sant’Elpidio a Mare”. Lo staff è quello consolidato che da anni lavora con Cardarelli.

Il primo film in programmazione sarà ‘Il maestro di violino’, “se saremo pronti per il 30 agosto, se invece apriremo il 6 settembre il titolo sarà un altro, a sorpresa”. Ma tutto fa ben sperare il gestore sognatore che ogni giorno guarda al giorno dopo. “Per me è un salto grosso, il vero ingresso nella gestione cinematografica. Ora potrò scegliere che film fare, non per forza dovermi limitare a un parco di titoli ridotto, perché legato al blue ray. Ora ho tutto. Se voglio fare una giornata Star Wars posso, anche se le grandi case dalla Warner, Fox e l’Universal preferiscono le multisale. Vedremo, non poniamoci limiti, sapendo che la qualità sarà il nostro cavallo di battaglia”.

Ingresso a biglietto, “poi pensiamo a un tesseramento soci che possa legare insieme Capodarco e Sala degli Artisti. Sono convinto che la sala in centro accrescerà il pubblico al teatrino, perché la gente pian piano consocerà le due strutture e il cinema di qualità”. Confermato il mercoledì il cinema in lingua originale alla Sala degli Artisti. Tornando all’abbinamento food and movie, visto che i film nuovi escono il giovedì, è organizzare il primo giorno di programmazione settimanale un aperitivo. “Ma vi spiegheremo pian piano. Ho tante idee” conclude scappando in Comune per controllare le carte mister cinema.

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Crolla il tetto su una classe dell'Iti Montani: vigili del fuoco in azione

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.