03222019Ven
Last updateVen, 22 Mar 2019 9am

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

Iscriviti al nostro canale Youtube

'Passione e determinazione'. Dai droni al turismo passando per i geometri: la festa 'americana' è per i diplomati del Carducci Galilei

itetfine

Sarà perché la preside parla un inglese perfetto, sarà perché sanno guidare i droni, sarà perché potrebbero essere i manager del turismo futuro, sarà perché i geometri escono da lì, sarà tutto questo, ma...

FERMO – Un format americano per una scuola che vuole essere sempre più internazionale. Sarà perché la preside parla un inglese perfetto, sarà perché sanno guidare i droni, sarà perché potrebbero essere i manager del turismo futuro, sarà perché i geometri escono da lì, sarà tutto questo, ma sta di fatto che la chiusura d’anno dell’Itet Carducci Galilei è qualcosa di unico nella sua bellezza. Certo, c’è anche la sfilata dell’Ipsia durante l’anno, ma è più una chicca da percorso di studi, la consegna dei diplomi dell’istituto diretto da Cristina Corradini, che si è presentata con un lungo e affascinante abito rosso, è uno spettacolo. Merito anche della cornice scelta, Villa Vitali, che con la sua arena avvolge gli studenti e le loro famiglie per una sera.

Se alla verve della dirigente si aggiunge il poliedrico professore Giuseppe Lupoli, che passa senza problemi dalla cattedra al palco con ‘Disordine oltre il teatro’ il cocktail diventa perfetto. Una notte magica a cui hanno preso parte anche gli alunni del primo anno del nuovo corso in “Grafica e Comunicazione” che già sanno cosa li attenderà tra cinque anni. “Una festa per tutti, un momento significativo per concludere dei percorsi scolastici, ma anche per avviarne dei nuovi” commenta la dirigente. A consegnare i diplomi anche figure che gli ormai ex alunni sperano di rincontrare quanto prima: dal rettore della Politecnica Sauro Longhi al preside della facoltà di Economia Francesco Chelli. E poi sindaci, imprenditori, Mannini e Lucini che guidano Giovani e Pmi dentro Confindustria, e il presidente dell’associazione dei Maestri del Lavoro Amilcare Brugni, accompagnato dai vertici di Ingegneri e Geometri.

Filo conduttore la passione che gli organizzatori hanno fatto rivivere con

e che la Corradini ha portato sul palco insieme al vicesindaco Francesco Trasatti con il suo discorso, oltre che con il suo abito. “Il futuro va affrontato con passione e determinazione” hanno ribadito i docenti che si sono alternati sul palco tra un ospite e l’altro. Entusiasti gli alunni che alla fine sono esplosi in un lungo urlo accompagnato dal lancio del cappello del diplomato. Altro che America, lo show è made in Fermo.

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Ponte di Rubbianello: cinque anni di nulla dopo il crollo

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.